Questo sito contribuisce all'audience di

Rugby Top 12 - Lyons, missione impossibile nella tana della capolista Rovigo

I bianconeri approcciano l’impegno con una striscia aperta di 6 partite consecutive in cui hanno raccolto punti

La Sitav Rugby Lyons apre il girone di ritorno nel tempio del rugby italiano, lo stadio “Battaglini” di Rovigo, in quella che si annuncia come la sfida più difficile dell’anno. Il Rugby Rovigo Delta è la capolista del Peroni TOP12, con 10 vittorie e una sola sconfitta all’attivo, che permettono ai rossoblù di comandare con tre punti di margine sul Valorugby Emilia. I Lyons approcciano l’impegno con una striscia aperta di 6 partite consecutive in cui hanno raccolto punti, ma con una sola vittoria: questo bottino permette ai bianconeri di mantenersi in corsa per la lotta salvezza, a un solo punto da Colorno terzultimo in classifica, ma che alimenta i rimpianti per una situazione che potrebbe essere migliore. La squadra è senza dubbio in crescita, ma piccoli dettagli hanno sempre condannato i Leoni ad accontentarsi.
Guardando con realismo alla prossima sfida, sarà molto difficile invertire la tendenza al “Battaglini”. La squadra di Umberto Casellato è reduce dalla fondamentale vittoria nello scontro diretto contro il Valorugby, in cui i Bersaglieri si sono ripresi la vetta della classifica dopo essere incappati nella prima sconfitta stagionale nel Derby d’Italia contro il Petrarca la domenica precedente. Una prova di forza che certifica le ambizioni della squadra del Polesine, lanciatissima verso i playoff e l’agognato 13° scudetto. La sfida di andata al Beltrametti fu un confronto piuttosto equilibrato nel primo tempo, chiuso sul 21-14 per gli ospiti, che poi hanno dilagato nella ripresa di fronte a una formazione bianconera troppo leggera e inesperta per arginare l’avanzata rossoblù.
Il confronto evidenziò grosse difficoltà in mischia chiusa per i Lyons, uno degli aspetti dove il XV di Garcia è più migliorato nel corso della stagione, come ci spiega proprio l’head coach bianconero: “Nel nostro lavoro quotidiano ci siamo focalizzati molto sulle fasi statiche, per garantirci delle fasi di conquista efficaci e avere palloni di qualità. Rispetto alla prima partita stagionale abbiamo fatto grossi miglioramenti in mischia e touche nel lavoro di squadra, ma sono anche molto contento dei progressi compiuti dai singoli giocatori. Molti ragazzi hanno alzato il loro livello, e posso dire che tutti si meritano questa categoria.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • «A settembre potrebbero ripartire i tornei del settore giovanile». E a ore la Figc ufficializza il nuovo protocollo per gli allenamenti

  • Roberto Pighi è il nuovo proprietario del Piacenza Calcio e cerca soci. Ecco come è composta la società

  • Si chiude l’era Gatti. Marco e Stefano escono dalla società, il presidente sarà Roberto Pighi

  • Fallimento Pro Piacenza - Il Tribunale mette in vendita beni mobili per 54mila euro

  • Otto anni, due promozioni, la B sfiorata nel Centenario. La famiglia Gatti ha lasciato un segno importante sul Piacenza

  • Piacenza - La cura dimagrante delle "rescissioni" permette di poter giocare almeno i playoff

Torna su
SportPiacenza è in caricamento