Questo sito contribuisce all'audience di

Rugby - Lyons, la Serie C chiude con una bella vittoria, superato il Rugby Milano 33-24

Rugby Lyons – AS Rugby Milano 33-24
Rugby Lyons: Montanari, Lunati, Riboli, Di Lucchio, Rattotti, Groppelli N., Dal Capo, Basilico, Molina, Bassi, Zazzi, Petrusic (CAP), Malchiodi, Groppi, Cantù. A Disp: Scrocchi, Cazzarini, Pagani, Dhima, Cavanna, Santagostino, Tasha
Marcatori Lyons: 5’ mt Basilico trasf. Montanari; 14’ mt Petrusic trasf. Montanari; 40’ mt Dal Capo; 62’ mt Di Lucchio trasf. Montanari; 70’ mt Montanari trasf. Montanari
Note: Cartellini gialli ASR Milano 28’, 39’, 57’; 78’ cartellino giallo Montanari

La Sitav Rugby Lyons Cadetta chiude il suo 2018 con una vittoria piena, da 5 punti, che permette ai giovani leoni di assicurarsi il secondo posto in classifica nella Poule 2 del Girone C di Serie C, distanziando proprio l’ASR Milano al terzo posto di 8 punti quando manca una sola giornata.
I Lyons dominano per gran parte del match, soprattutto in mischia (due gialli per i piloni biancorossi per falli ripetuti), ma non riescono a concretizzare fino alla fine e mantenendo in vita un avversario con una buona struttura di gioco, specialmente con i trequarti che hanno marcato le quattro mete della formazione milanese.
I bianconeri hanno messo subito in difficoltà gli avversari in mischia chiusa, firmando subito la prima meta dopo pochi minuti sbaragliando il pack dell’ASR e permettendo a Basilico di schiacciare facilmente. Ma i biancorossi hanno subito dimostrato di essere una formazione tosta e al 10’ ha trovato subito la risposta complice la prima di una lunga serie di disattenzioni difensive dei Lyons nei propri 22 metri, accorciando sul 7-5. I Lyons però sono la squadra più forte, e nel primo tempo appoggiandosi al suo pack dominante arriva a marcare ancora due mete con Capitan Petrusic e Mattia Dal Capo (Man of the Match di giornata), e forzando anche due cartellini gialli. In chiusura di primo tempo però l’ASR trova la forza di reagire e arriva una bella meta segnata alla bandierina con una bella azione dei trequarti che rimette in corsa i milanesi sul 19-10 all’intervallo.
Nel secondo tempo i giovani leoni entrano in campo con l’intenzione di chiudere la pratica, e per 20’ chiudono d’assedio la formazione biancorossa, forzando un altro cartellino giallo in mischia e sfiorando più volte la meta tecnica, fino alla combinazione dei trequarti che porta a marcare sotto i pali Di Lucchio per la meta che vale il punto di bonus e regala un po’ più di sicurezza ai Lyons, che nei minuti seguenti arrivano a segnare anche con Montanari che porta sul 33-10 i bianconeri. Negli ultimi 10’ gli uomini di Simone Bossi allentano la tensione e concedono due mete su altre due distrazioni imperdonabili, che permettono all’ASR Milano di conquistare un punto di bonus prezioso per la loro classifica, ma è ormai troppo tardi per riaprire la partita che si chiude sul 33-24.
I ragazzi di Simone Bossi chiudono l’anno con una rotonda vittoria, ma sono anche consapevoli che per affrontare la Poule Promozione serviranno alcuni decisi miglioramenti. Tra le note liete della partita, da segnalare gli esordi assoluti per i due ragazzi dell’Under 18 Molina e Dhima, e l’esordio da titolare di Nicholas Groppelli nel delicato ruolo di mediano di apertura. La prima fase del campionato prevede a calendario ancora un turno di gioco, che vedrà i Lyons in trasferta domenica 13 gennaio sul campo dello Stezzano: una partita ormai ininfluente per la classifica, ma che può dare nuovo slancio per affrontare la Poule Promozione e il 2019 col piede giusto.

UNDER 16

GHIBELLINI – LYONS 14 - 7 (mete 2-1)
Marcatori: mt. Perazzoli
Trasf.: Perazzoli 1/1
LYONS: Fornasari, Teruggi, Perazzoli, Coscia, Nakov, Solari, Villa, Spezia, Montesissa, Bonetti, Dimoski, Davoli, Bosoni, Buzzetti, Murano
A disp.: Amir Ali, Buratti, Rosellini, Calandroni, Alberici, Rossini, Dallanegra
Seconda trasferta in terra senese del 2018, dopo il barrage di settembre, e seconda cocente delusione per i nostri ragazzi. Nello scenario del mitico "Sabbione" (che oggi avremmo potuto ribattezzare "Fangone"), ai limiti della praticabilità anche per una partita di rugby, le due squadre si sono date battaglia vera. Purtroppo la franchigia dei Ghibellini ha avuto la meglio, agevolata anche dalla condotta di gara non sempre lineare dei nostri. Tutto si decide nella prima frazione di gioco che si conclude per 14 - 7 per i padroni di casa. Nel secondo tempo assistiamo ad una logorante guerra di trincea che non sposta gli equilibri. Da elogiare la voglia e l'impeto dei nostri, da rimarcare negativamente i tanti errori di handling e, sovente, l'errata esecuzione del piano di gioco studiato per affrontare la partita. Il campionato osserverà adesso una salutare sosta per le feste natalizie: un periodo prezioso per riordinare le idee e ripartire con una nuova "garra", nel 2019.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Serie C 2019/2020 - Clamoroso: resta fuori il Foggia. Forfait per Albissola, Lucchese, Arzachena e Siracusa

  • Calciomercato - Piacenza, per il dopo Ferrari c'è un tris di nomi: Brunori, Morra e Gliozzi

  • Marco Gatti: «Franzini? Per il Piacenza è il tecnico migliore. Squadra competitiva ma non prometto nulla»

  • L'incredibile viaggio di un tifoso, Davide Baldini: da Tokyo a Trapani per vedere la finalissima del Piacenza

  • Calciomercato Piacenza - Niente rinnovi per Corradi e Barlocco. In partenza anche Sestu, Corazza e Porcari

  • Ufficiale: Arnaldo Franzini e Piacenza avanti insieme per la quinta stagione consecutiva. Il tecnico rinnova

Torna su
SportPiacenza è in caricamento