Questo sito contribuisce all'audience di

Rugby - I Lyons sfiorano l'impresa, Calvisano espugna il Beltrametti all'ultimo respiro

Top 12 - I campioni d'Italia vincono 31 a 29 proprio allo scadere

A un passo dalla storia. Fino all’ultimo secondo i Lyons di Garcia e Baracchi hanno sognato di poter battere i Campioni d’Italia del Kawaski Robot Calvisano. Fino al calcio di punizione di Casilio, arrivato oltre l’80° minuto, i Lyons erano in vantaggio per un solo punto con grande merito, dopo aver disputato una prova tenace e coraggiosa che ha messo alle corde il XV di Massimo Brunello. Alla fine resta un solo punto in classifica e un po’ di rammarico, ma anche la consapevolezza di poter mettere in difficoltà tutte le squadre del campionato, anche le più quotate.
Sitav Rugby Lyons che parte subito forte, attaccando dal primo minuto e conquistando un calcio di punizione dai 40 metri: Guillomot cerca la via dei pali ma è sfortunato, con la palla che scheggia il palo esterno. Calvisano sbroglia la situazione e riesce a risalire il campo, sfruttando anche un fallo che permette ai Campioni d’Italia di arrivare nei 22 metri bianconeri. Si mette in moto la maul avanzante di Calvisano, che sbaraglia la resistenza Lyons fino alla meta di Alessandro Izekor, uno dei giovani più interessanti della formazione ospite. Ma i Leoni sono determinati a fare belle figura in una partita così prestigiosa, e gli avanti bianconeri suonano la carica: da una mischia a centrocampo Bottacci avanza palla in mano, creando il buco per Giovanni Via, fermato a pochi metri dalla linea di meta, prima che l’ovale arriva a Rollero al largo che può tuffarsi per la meta del pareggio al 13’.
Calvisano è una squadra molto esperta e cinica, e trova un punto debole nella formazione Lyons in mischia chiusa, dove conquista un calcio di punizione che permette di risalire il campo e attaccare. Dopo una serie di fasi strette è ancora Izekor a trovare il varco giusto e schiacciare su un pick and go per il nuovo vantaggio dei biancogialloneri. La partita è però piacevole e i Lyons sono aggressivi in difesa: Cissè stoppa un calcio e recupera il pallone, e sull’azione seguente Capitan Bruno arriva a schiacciare il pallone alla bandierina, ma è tutto da annullare  per un passaggio in avanti. I bianconeri sfruttano il vantaggio assegnato dall’arbitro e Guillomot accorcia le distanze dalla piazzola. La partita è durissima, e due Leoni escono per infortunio già alla mezzora: Subacchi e Petillo, entrambi per colpo alla testa. La pressione Lyons resta altissima, e anche Calvisano va in difficoltà, concedendo un altro calcio di punizione da buona posizione: Guillomot trova ancora i pali e i bianconeri sono solo a un punto dai Campioni d’Italia dopo 36 minuti. Calvisano a questo punto sembra palesare qualche difficoltà, con qualche errore tecnico e qualche fallo di troppo: su un pallone recuperato in touche la difesa bresciana è completamente disorganizzata, e Van Zyl ferma l’azione di Guillomot con un in avanti volontario, rimediando un pesantissimo cartellino giallo. Guillomot sceglie ancora la via dei pali, e porta in vantaggio i suoi a pochi minuti dal termine. È il momento di schiacciare il piede sull’acceleratore per i Lyons, che sfruttano l’assenza di un trequarti nella linea avversaria attaccando al largo con Giovanni Via che trova il varco giusto: l’azione si sposta da Capitan Bruno che arriva a pochi metri dalla bandierina dell’area di meta, dove Calvisano rallenta l’azione. C’è lavoro per gli avanti, e dopo una serie di pick and go la spinta decisiva è di Kyle Stewart, che bagna il suo esordio con la meta che porta i bianconeri a +9. Si va negli spogliatoi sul 23-14, ed è tutto vero.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Emergenza coronavirus - Chiuse tutte le palestre private

  • Emergenza Coronavirus - Piacenza-Sambenedettese non si gioca, tutto sospeso il calcio piacentino

  • Emergenza coronavirus: manifestazioni sportive annullate, ma oggi le piscine sono aperte. Nuova ordinanza: fino al 25 chiusura totale

  • Emergenza coronavirus: sospeso tutto lo sport provinciale

  • Scontri nel derby Reggiana-Piacenza: arriva il primo Daspo ma è solo l'inizio

  • La regione Emilia Romagna riapre tutti gli impianti sportivi per allenamenti senza pubblico. Ma Piacenza potrebbe decidere diversamente

Torna su
SportPiacenza è in caricamento