Questo sito contribuisce all'audience di

Rugby A - Lyons, dopo tre settimane si torna in campo. Al Beltrametti arriva la Pro Recco

Appuntamento domenica alle 14.30 per quella che è a tutti gli effetti una grande classica del campionato di Serie A e che difficilmente tradirà le attese

Dopo tre settimane di sosta torna il campionato di Serie A e al “Beltrametti” arriva la Pro Recco, una delle squadre più blasonate del girone che negli anni passati ha messo in campo sfide entusiasmanti e cariche di pathos contro la Sitav Rugby Lyons: tra il 2012 e il 2015 queste squadre si sono sempre scontrate per la vetta del campionato di Serie A, sfidandosi in una semifinale e in una finale promozione (la storica finale che permise ai bianconeri di approdare in Eccellenza), costruendo una sana e sentita rivalità. Ora la sfida si ripresenta, ma i ruoli sembrano leggermente diversi rispetto al passato: se i Lyons sono saldamente in testa al girone con 4 punti di vantaggio sull’ASR Milano, il Recco arranca in 8° posizione, dopo una sola vittoria nelle prime quattro giornate, a fronte di tre sconfitte, seppur tutte per una manciata di punti.
Come livello medio il Girone 1 di Serie A si sta rivelando come il più equilibrato in assoluto, in cui sembra che alle spalle della Sitav Rugby Lyons ogni squadra sia in grado di battere la diretta rivale, e l’head coach Emanuele Solari non può che tenere alta la guardia: “Dopo una sosta lunga come quella prevista per i Test Match di novembre è sempre difficile tornare in campo, e proprio per questo ho voluto affrontare l’amichevole di settimana scorsa contro il Valpolicella: avevamo bisogno di ritrovare ritmo partita e riattivare i nostri meccanismi di squadra. Fortunatamente in quella partita non siamo incorsi in infortuni, ma dobbiamo ancora affrontare alcuni acciacchi reduci dalla prima fase. Di fronte agli indisponibili sono ancora costretto a qualche esperimento che spero ci ripaghi.”
Coach Solari si sofferma anche sull’avversario di questa giornata: “È normale che le squadre dopo un periodo di espansione e alto livello incorrano in periodi di flessione: l’allargamento dei campionati con conseguente numero più alto di squadre ambiziose ha danneggiato alcune realtà che in passato erano abituate al vertice, come la Pro Recco: l’anno scorso li abbiamo affrontati due volte avevano già dimostrato di essere in difficoltà, e questo inizio stentato sembra confermare le sensazioni. Non è comunque una sfida da prendere sotto gamba: la Pro Recco ha ottenuto l’unica vittoria contro il CUS Genova nel proprio derby, e ha perso due partite per soli due punti. Sono una squadra esperta e rognosa, che “sente” le partite importanti e che darà tutto in campo.” Infine, una considerazione su classifica e calendario: “il girone è veramente equilibrato ed è ancora troppo presto per fare calcoli, la nuova formula ci impone di arrivare almeno tra le prime due in classifica e dobbiamo solo scendere in campo e dare il nostro meglio. Si apre un mese importante prima della pausa natalizia, con partite che dobbiamo sfruttare per aumentare il gap in classifica. Dopo questi quattro match mancherà una giornata al termine del girone d’andata e avremo un quadro più completo della situazione.”
Una partita assolutamente non banale per le due squadre, dopo le tante battaglie affrontate in passato, ma per un giocatore in particolare, tra i 46 che scenderanno in campo, sarà ancor più sentita. Mirko Rapone ha giocato due stagioni a Recco, ed è ancora legato alla sua ex squadra: “Personalmente è la partita che sento di più in assoluto: molti ragazzi contro cui scenderò in campo sono stati compagni di squadra e tutt’ora sono degli amici, ma dopo il fischio d’inizio il mio unico pensiero sarà batterli, con la mia maglia bianconera addosso. In particolare dovremo farci valere in mischia, so quanto sia importante per il loro gioco far bene in quella fase e voglio metterli sotto! Sarà sicuramente una bella partita e ci sarà da divertirsi.” Rapone parla anche dell’atteggiamento che dovrà avere tutta la squadra: “Questa partita è sicuramente fondamentale per il nostro cammino: la Pro Recco è una squadra ostica sia in casa che fuori e scenderanno in campo con il coltello tra i denti, ma noi siamo pronti, vogliosi di giocare e determinati a mostrare di essere la squadra da battere.”
Appuntamento dunque domenica 2 dicembre alle ore 14.30 al “Walter Beltrametti”, per quella che è a tutti gli effetti una grande classica del campionato di Serie A e che difficilmente tradirà le attese.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Piacenza Calcio

    Piacenza - Franzini: «Essere primi a questo punto è qualcosa di straordinario». Pagelle e Video

  • Volley A2 maschile

    Che serata per la Gas Sales: 3-0 senza sudare e qualificazione alla Coppa Italia

  • Volley A2 maschile

    Botti: «Se giochiamo così siamo un rullo compressore». Copelli: «Una vittoria che ci voleva». VIDEO e pagelle

  • Basket

    Basket A2 - Scivolone Bakery, i biancorossi cadono contro il fanalino di coda Cagliari

I più letti della settimana

  • Dilettanti - I risultati della domenica. Vola l'Agazzanese, allunga il Vigolo. Ok Pontenurese e CastellanaFontana

  • Cuneo-Piacenza 0-0: biancorossi e piemontesi si annullano a vicenda

  • Piacenza-Lucchese 1-0: decide un gol di Nicco

  • Calciomercato - Il Piacenza inizia a muoversi. Occhi su Baclet e Terrani, Sylla andrà in prestito. E Fedato?

  • Carpaneto-Fiorenzuola: 1-1, botta e risposta tra Mastrototaro e Guglieri

  • Pro Piacenza-Arezzo 2-1: Nolé e Sanseverino ribaltano il gol di Buglio

Torna su
SportPiacenza è in caricamento