Questo sito contribuisce all'audience di

La Canottieri Ongina vuole chiudere i conti, Gossolengo cerca di prolungare la serie

I ragazzi di Botti in casa di Novi per evitare la "bella", le ragazze di Cornalba non hanno alcuna intenzione di terminare la stagione con il C9 Pregis

Coach Botti con Nasari

Consapevoli delle difficoltà, rispettosi dell’avversario, ma anche fiduciosi nei propri mezzi e per la nuova avventura. Con questo spirito, la Canottieri Ongina viaggerà alla volta di Novi Ligure, dove mercoledì alle 20,30 sfiderà i piemontesi nella gara 2 della seconda fase dei play off di serie B maschile. I gialloneri monticellesi partono dal vantaggio maturato sabato scorso a Monticelli con il 3-1 a proprio favore, ma per accedere direttamente alla terza fase (dove ci sarà la perdente tra Prata e Campegine) bisognerà vincere nuovamente, viceversa i conti si regolerebbero sabato alle 21 a Monticelli nella “bella”.

QUI CANOTTIERI ONGINA – In casa piacentina, a presentare gara 2 è lo schiacciatore Andrea Nasari, fondamentale pedina d’equilibrio nello scacchiere giallonero ma anche capace di farsi sentire in prima linea e in vari fondamentali, come testimonia la doppia cifra raggiunta sabato (10 punti). Piemontese di Chieri, Nasari è al secondo anno in maglia piacentina. “Conosco – spiega Andrea – la maggior parte dei ragazzi di Novi, formazione che ho sfidato diverse volte da avversario. Gara 1 è stata un po’ anomala, le due squadre hanno espresso un buon gioco, ma non al cento per cento delle proprie possibilità. Il secondo atto sarà diverso, a Novi c’è sempre molto pubblico e mi aspetto una partita più intensa. Loro faranno di tutto per metterci i bastoni tra le ruote e continuare a coltivare un sogno. Novi è una squadra rodata e che viene trascinata da un opposto di esperienza come Moro; ci sono alcune analogie con il nostro sistema di gioco, anche se la distribuzione è diversa”.

L’AVVERSARIO – Puntare sul fattore campo per riportare in parità la serie. Novi cerca “l’alleato casalingo” per provare a riaprire il discorso nel braccio di ferro contro la Canottieri Ongina dopo la sconfitta di sabato a Monticelli.

»Non abbiamo rammarico per gara 1 – spiega coach Salvatore Quagliozzi – è stata effettivamente una partita a più fasi, inizialmente non bella con tanti errori: un aspetto normale nella prima sfida play off, con la tensione da ambo le parti anche se noi forse dovevamo sentirla un po’ meno, giocando fuori casa e con meno da perdere. Nella seconda parte dell’incontro, la tecnica e la tattica sono migliorate e siamo fiduciosi per questo. In questo piccolo lasso di tempo tra le due sfide, l’obiettivo è cercare di capire cosa non ha funzionato, correggere leggermente i nostri difetti e concentrarci sull’avversario. Tutto starà nel nostro muro-difesa oltre al contrattacco: se non riuscissimo a lavorare in modo positivo e lucido, rischieremmo di subire come nel secondo set, cosa che non deve più succedere. Siamo sicuri che il pubblico risponda presente, il palazzetto sarà pieno e ci darà una carica in più».

GLI ARBITRI – A dirigere l’incontro tra Novi e Canottieri Ongina saranno il primo arbitro Roberto Albonetti e il secondo arbitro Daniele Spitaletta.

IL PROGRAMMA DELLA SERIE – Questa l’agenda del duello della seconda fase tra Canottieri Ongina e Novi.

Gara 1: Canottieri Ongina-Novi 3-1
Gara 2: mercoledì 16 maggio ore 20,30 a Novi
Eventuale bella: sabato 19 maggio ore 21 a Monticelli.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Luis Centi, l’allenatore “eroe” del Carpaneto salva la vita a una ragazza che stava annegando in Trebbia

  • Serie C - Si parte: Monza, Triestina e Bari favorite, ma in tutti i gironi c'è molta competitività

  • LIVE Il Piacenza supera di misura 1-0 la Pro Vercelli in amichevole. Decide una rete di Pergreffi

  • Il Piacenza doma la Pro Vercelli con un gol di Pergreffi. Domenica l'esordio in campionato contro l'Arzignano

  • Piacenza - Prosegue la posa degli 11mila seggiolini biancorossi allo stadio Garilli. FOTO

  • Calciomercato - Piacenza: dal Milan arriva il giovane attaccante Riccardo Forte

Torna su
SportPiacenza è in caricamento