Questo sito contribuisce all'audience di

Si dividono le strade di Alessia Arfini e del Nure volley. «Ho bisogno di nuovi stimoli»

La giovane piacentina lascia la squadra di Serie B2 e si trasferisce in Lombardia, a Ripalta Cremasca

Alessia Arfini lascia San Giorgio dopo 4 stagioni

Due Under 18 provinciali, una Under 18 interregionale, una Seconda divisione, due semifinali playoff, una promozione in B2 e la salvezza nell'anno successivo prima dello stop per covid: è questo il bilancio di Alessia Arfini nei quattro anni passati a San Giorgio. Ora la schiacciatrice piacentina cambia rotta, lascia la nostra provincia e va in Lombardia a Ripalta Cremasca, dove rinforza la formazione che prendereà parte alla prossima Serie C. «Sono stati anni fantastici - racconta la 18enne giocatrice - pieni di vittorie ma anche di delusioni, come le mancate finali per la promozione in B2. A San Giorgio dove sono cresciuta pallavolisticamente e maturata come ragazza. Sono arrivata nel 2016 a soli 14 anni, in punta di piedi e fortissimamente voluta dalla società e contro il parere di tutti che davano la scelta come errata. Ho trovato persone serie, piene di progetti e una società che mi ha regalato il sogno prima di vincere la C e dopo di affermarmi in B. Ora però questo stop forzato mi ha fatto riflettere, era finito un ciclo ho bisogno di stimoli ho ancora 18 anni e voglio rimettermi in gioco con nuove sfide. Ne ho parlato con la società che, non finirò mai di ringraziare perché ha capito il mio momento, e di comune accordo abbiamo deciso di interrompere il nostro rapporto».

Chi devi ringraziare per questi 4 anni?

«Ovviamente tutte le compagne che ho avuto e che mi hanno aiutato a crescere e gli allenatori che mi hanno insegnato pallavolo. Ma se proprio devo fare dei nomi allora dico Pippo Amani, mio primo allenatore che ho avuto a San Giorgio, Massimo Gregori e Giuseppe Vincini, rispettivamente direttore sportivo e presidente, colonne portanti della società. E non voglio dimenticare il mitico Ovidio, instancabile custode della palestra e di tutte noi».

Dove inizierai una nuova avventura?

«In Lombardia a Ripalta Cremasca in Serie C, in una società ambiziosa con un progetto importante che mi ricorda tanto il primo San Giorgio. Troverò un campionato importante e nuovi stimoli per crescere ancora; spero di portare tutto il mio contributo».

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • «A settembre potrebbero ripartire i tornei del settore giovanile». E a ore la Figc ufficializza il nuovo protocollo per gli allenamenti

  • Fallimento Pro Piacenza - Il Tribunale mette in vendita beni mobili per 54mila euro

  • Si chiude l’era Gatti. Marco e Stefano escono dalla società, il presidente sarà Roberto Pighi

  • Roberto Pighi è il nuovo proprietario del Piacenza Calcio e cerca soci. Ecco come è composta la società

  • Otto anni, due promozioni, la B sfiorata nel Centenario. La famiglia Gatti ha lasciato un segno importante sul Piacenza

  • Piacenza - La cura dimagrante delle "rescissioni" permette di poter giocare almeno i playoff

Torna su
SportPiacenza è in caricamento