Questo sito contribuisce all'audience di

De Biasi, il "Marshall bianco": «Domenica ho provato emozioni fortissime, mi sembrava di vivere in una favola». VIDEO

Il centrale della Gas Sales paragonato all'ex schiacciatore biancorosso per l'impressionante elevazione: «Era uno dei miei idoli». Poi parla del salto in A2: «Chi devo ringraziare? Massimo Botti»

Beppe De Biasi in azione durante la gara vinta in casa di Cantù

A chi ti senti di dire grazie per questo importantissimo traguardo raggiunto?

«Ho un lungo elenco. Se devo sceglierne uno allora nomino Massimo Botti; fin dai tempi dell’Ongina ha creduto in me. Io l’ho sempre seguito e penso che abbia dato un contributo importante per il mio arrivo alla Gas Sales. Gli devo moltissimo».

Hai già sottolineato il salto dalla B alla A2, ma in questa squadra come ti stai trovando?

«E’ un gruppo eccellente, composto da atleti di altissimo livello come testimonia la carriera dei più esperti. Il livello dell’allenamento è molto buono e ho compagni che mi suggeriscono e mi aiutano sia in allenamento sia in partita, è veramente divertente giocare qui».

I tifosi stanno iniziando a conoscerti, ma se toccasse a te descriverti quali sono le caratteristiche migliori e dove invece devi ancora crescere?

«Come centrale sono più portato all’attacco, poi stiamo lavorando tantissimo sul muro che è il punto debole».

La tua elevazione è impressionante: una dote naturale o qualcosa che hai allenato nel corso degli anni?

«In buona parte è qualcosa che ho dentro, ma come peculiarità mi piace allenarla, ho studiato parecchio sull’argomento e ci lavoro sia in sala pesi sia attraverso esercizi particolari».

Cosa dici a chi ti ha paragonato a Marshall, proprio per questa tua esplosività?

«Era uno dei miei idoli. Non sono un “cavallone” come lui, ma ringrazio per il complimento».

Se dovessi definire il tuo traguardo a fine stagione?

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

«Penso sia fondamentale togliersi delle soddisfazioni a livello di squadra. Se sarà così sono certo che ne arriveranno anche a livello personale».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tisci: «Le scuole calcio possono riaprire. Ma sarà vietato colpire di testa»

  • Piacenza - Rosa cortissima e demotivata, se la Serie C dovesse ripartire sarebbe un problema

  • Dilettanti - Piraccini, Bruno, Minasola, Franchi, Lucci, Burgazzoli, Raffo, Guebre e Follini sono i re del gol

  • Fallimento Pro Piacenza - Il Tribunale mette in vendita beni mobili per 54mila euro

  • Vertice Governo-Figc: Serie A e B ripartono il 20 giugno. In stand by la Serie C. E il Piacenza cosa farà?

  • Dilettanti - Altroché "moria", le società di Seconda e Terza Categoria pronte per la prossima stagione

Torna su
SportPiacenza è in caricamento