Questo sito contribuisce all'audience di

Trento si conferma stregata, la Gas Sales si arrende 3-1

I biancorossi sono bravi a reagire una volta sotto 2-0 ma poi cedono di schianto nella quarta frazione

Dragan Stankovic in attacco nella gara contro Trento. Per il centrale sono arrivati 12 punti

Nuova Asx Tagliaferri-4Un set e mezzo è troppo poco per pensare di impensierire Trento. Perché i padroni di casa hanno un Vettori in serata di grazia (21 punti e il 62 per cento a rete) e un attacco in cui il solo Russel, che comunque mette a terra 18 palloni, resta sotto il 60 per cento di positività. La Gas Sales invece paga qualche problema di troppo in ricezione e contro un muro e una difesa come quella dell’Itas diventa durissima giocare di fronte a una squadra piazzata. Gardini cerca la soluzione adeguata inserendo Botto (in una rotazione anche per Fei, con Kooy ad attaccare da posto due), ma il cambio si rivela un palliativo che non ferma la corsa dei padroni di casa.

LA GARA PUNTO A PUNTO

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Un buon avvio e un eccellente terzo set, con i biancorossi bravissimi a non arrendersi una volta sotto 2-0 e a sorprendere gli avversari con la coppia Stankovic-Berger a recitare il ruolo di trascinatori, purtroppo non bastano. Perché per fare lo sgambetto ad avversari del calibro dell’Itas, una delle big four della Superlega, formazioni come Piacenza devono giocare la partita perfetta. Invece a tratti è stata un Gas Sales per nulla scintillante e soprattutto non è piaciuta la squadra molle e arrendevole della quarta frazione. Dopo aver inserito benzina nel serbatoio del morale non è possibile partire sotto 7-2 e soprattutto chiudere il parziale a quota 14 senza mai essere riusciti almeno a impensierire gli avversari. Questo è l’aspetto negativo su cui Gardini sicuramente dovrà lavorare, perché da un punto di vista caratteriale la squadra sembrava in netta crescita e un set così abulico non è giustificato, pur prendendo atto della superiorità di Trento.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sport di contatto, oggi riapre anche la Lombardia. E in Emilia-Romagna si preferisce far finta di niente

  • Sport di contatto: Bonaccini scarica la responsabilità sull'assessore Donini. «Aspetto il via libera dalla mia sanità»

  • Calciomercato - Piacenza: occhi sull'attaccante Francesco Maio e sul centrocampista Alberto Acquadro

  • Piacenza e Corradi: fase di stallo ma il nodo va sciolto in fretta. Sestu non tornerà in biancorosso

  • Calciomercato Dilettanti - Alsenese: quante riconferme. Lo Junior Drago farà due squadre, una in Seconda e una in Terza

  • Calciomercato Dilettanti - Nibbiano&Valtidone: corsa a tre per la panchina. Il favorito è Sergio Volpi

Torna su
SportPiacenza è in caricamento