Questo sito contribuisce all'audience di

Coppa Cev - Lpr autoritaria, Innsbruck ko

I biancorossi impiegano metà del primo set a ingranare, poi cambiano marcia e chiudono con un netto 3-0

Quando si dice il massimo risultato con il minimo sforzo. Piacenza impiega poco più di un’ora per avere ragione di una Innsbruck volitiva ma complessivamente inferiore, si regala una gara di ritorno su un piano inclinato e per la prima volta in stagione ha anche la possibilità di ammirare la formazione studiata durante la campagna acquisti, con Marshall e Yosifov in campo insieme. Quella squadra che in Italia non si può schierare e che sicuramente aumenterebbe fisicità, tasso tecnico e qualità di tutta la rosa, oltre ovviamente a consentire a Giuliani parecchie alternative in più.
 

L’ALLUNGO DI PIACENZA

Gli austriaci si dimostrano formazione volenterosa, ma crollano sotto i colpi che Piacenza inizia ad intensificare dalla fine del primo set, dopo un avvio piuttosto equilibrato. L’impressione, che diventerà una certezza nel finale della seconda frazione, è che l’Lpr non si danni l’anima, provi a stuzzicare ripetutamente gli avversari e, quando serve, sfrutti sempre al meglio il momento decisivo. Ci riesce nonostante un pessimo avvio al servizio (poi crescerà soprattutto grazie ad Alletti, Hierrezuelo e Clevenot), sfruttando un muro decisivo nel momento clou e un attacco rimasto ad alti livelli per tutto l’incontro. Piacenza può sorridere anche perché l’impressione è che Leonel Marshall, pur non al cento per cento, sia comunque in buone condizioni, come confermano i suoi 10 punti e la positiva prova in attacco, a muro e in ricezione; aspetto fondamentale in vista di un periodo di fuoco che vedrà i biancorossi in campo a Trento, poi a Perugia (in Coppa Italia), quindi con Milano prima del ritorno in casa di Innsbruck. Quattro trasferte consecutive per una squadra che si avvicina ai momenti importanti della stagione provando a recuperare tutta la rosa.
 

ADESSO ARRIVANO ESAMI TOSTI

Al PalaBanca, a seguire la prova dei nuovi compagni, c’era anche Gabriele Di Martino, ultimo arrivo in casa biancorossa, inutilizzabile per le prossime settimane visto che sta recuperando da un’operazione. Ci sarà bisogno anche di lui, ma per il momento Giuliani ha le garanzie di un Hierrezuelo sempre più attento, di un Hernandez autore di punti impossibili, di due centrali poco utilizzati in attacco ma capaci di mettersi in luce negli altri fondamentali e di una coppia di schiacciatori che somma potenza a qualità. Avere una freccia in più nella faretra sarà importante, intanto i biancorossi hanno il merito di non complicarsi il cammino europeo. Ma prima di concentrarsi sul ritorno a Innsbruck del 18 gennaio l’Lpr dovrà fare i conti con esami molto più tosti. 

LPR PIACENZA-INNSBRUCK 3-0
(25-21, 25-22, 25-12)
LPR PIACENZA: Hierrezuelo 7, Clevenot 11, Yosifov 7, Hernandez 16, Marshall 10, Alletti 3, Mania (L), Papi (L), Cottarelli 0, Tzioumakas 3. N.E. Zlatanov, Parodi, Tencati. All. Giuliani
INNSBRUCK: Juhkami 9, Chrtiansky 6, Yenipazar 2, Souza da silva 5, Teppan 9, Frances 4, Provenzano (L), Kronthaler 0, Król 2, Tusch 0. N.E. Beer. All. Gavan
ARBITRI: Magnusson, Moula
NOTE - durata set: 27', 25', 21'; tot: 73'.

La gara punto a punto
Aggiornamento - Innsbruck manda out il 23-11 Lpr, Clevenot mura il 24-11, chiude Tzioumakas con il lugolinea del 25-12

Aggiornamento - Entra Tzioumakas per alzare il muro e trova il attacco il punto del 16-8. Ormai la gara è tutta biancorossa; Innsbruck sbaglia il servizio e Piacenza conduce 21-10

Aggiornamento - Il muro Innsbruck tocca l'attacco di Clevenot che vale l'11-6 Piacenza, il solito Hernandez trova il 12-7 quindi la battuta di Hierrezuelo regala a Piacenza il 13-7 e anche il successivo 14-7

Aggiornamento - Nel terzo set Piacenza prova subito a scappare e con la coppia Marshall-Clevenot si porta immediatamente avanti 5-2. Il muro di Hierrezuelo vale l'8-5 Lpr

Aggiornamento - Il diagonale di Marshall vale il 20-18 Lpr, Hernandez trova l'incrocio delle righe per il 21-18 poi mura il 22-19. Hierrezuelo di seconda intenzione trova il 24-21, Yosifov spara a terra il 25-22 che regala il 2-0 a Piacenza

Aggiornamento - Piacenza soffre il servizio di Teppan, ma ci pensa Hernandez a strappare la battuta dalle mani dell'opposto estone firmando i tre punti decisivi che riportano avanti Piacenza 18-17

Aggiornamento - Douglas tira il servizio a metà rete e consegna il 14-13 all'Lpr, poi Hierrezuelo trova l'ace del 15-13. Ma ancora una volta gli austriaci risalgono e grazie a un'invasione di Yosifov passano a condurre 16-15

Aggiornamento - Teppan sbaglia il servizio e le due squadre sono appaiate a quota 6, Clevenot invece piazza l'ace del vantaggio biancorosso, quindi Juhkami attacca fuori l'8-6 Lpr. Poi però gli ospiti trovano un break importante e Chrtianski firma il 10-9 Innsbruck

Aggiornamento - Invasione di seconda linea di Innsbruck e Piacenza allunga 22-19, poi gli austriaci trovano il 20-22 e Giuliani ferma il gioco. Subito Clevenot mette a terra il lungolinea del 23-20, Yosifov mura il 24-20, chiude un implacabile Hernandez per il 25-21

Aggiornamento - Il muro di Alletti ferma Chrtiansky e Piacenza conduce 17-16, poi dopo tre attacchi consecutivi Clevenot mette a terra il 20-19

Aggiornamento - Il cambiopalla delle due formazioni funziona alla perfezione. Hernandez gioca sul muro e trova il 14 pari. Poi Yosifov viene fermato dagli austriaci che si portano avanti 16-15

Aggiornamento - L'avvio è equilibrato: due bei colpi di Clevenot regalano il 7-6 a Piacenza. Poi un errore al servizio degli austriaci vale l'8-7 biancorosso

Aggiornamento - Giuliani schiera Hierrezuelo in regia, Hernandez opposto, Yosifov e Alletti al centro, Marshall e Clevenot di banda con Manià libero. Per la prima volta giocano insieme Marshall e Yosifov

Squadre in campo al PalaBanca per l'andata dei sedicesimi di finale di Coppa Cev, con l'Lpr che sfida gli austriaci dell'Innsbruck. Gli ospiti hanno iniziato l'avventura europea in Champions per poi venire "retrocessi" in Cev dopo la sconfitta nei turni eliminatori con il Friedrichshafen.