Questo sito contribuisce all'audience di

Lpr, operazione compiuta. Supera Novi Sad e conquista i quarti di Coppa Cev con Trento

Come all'andata i biancorossi battono 3-0 i serbi e adesso saranno protagonisti del derby italiano. Si rivede in campo Leo Marshall

Hierrezuelo e Alletti, protagonisti biancorossi

Ci sono volute dieci ore di viaggio per arrivare a Novi Sad, fra viaggi aerei e in pullman, ma dalla trasferta in terra serba Piacenza torna con più di un sorriso. Il primo, più importante ma anche più prevedibile, la qualificazione ai quarti di finale di Coppa Cev. Dove, come da pronostico, affronteranno Trento nel derby tutto italiano. La formazione di Lorenzetti ha rischiato qualcosina, perdendo il primo set con i finlandesi del Sastamala per poi vincere ai vantaggi il secondo chiudendo 3-1. Gara di andata fra il 28 febbraio e il 2 marzo al PalaBanca, ritorno a Trento fra il 14 e il 16 marzo.

L’Lpr replica il 3-0 dell’andata e si sbarazza dei giovani avversari, talentuosi ma anche molto fallosi e soprattutto dotati di un tasso tecnico inferiore a quello dei biancorossi. Il secondo: in campo la formazione di Giuliani spreca energie al minimo sindacale, gioca i primi due set con la formazione titolare (o almeno, quella che al momento è la squadra titolare), chiude i conti senza dannarsi l’anima e poi concede al tecnico di mettere in pratica anche un po’ di turn over. Terzo sorriso: proprio grazie alle sostituzioni si rivede in campo Leo Marshall, che mancava dalla semifinale di Coppa Italia con la Lube. Lo schiacciatore dopo aver recuperato dallo strappo muscolare torna a disposizione per farsi trovare pronto in vista del momento clou della stagione.

GARA DALLE POCHE EMOZIONI

La partita offre pochi spunti interessanti: da segnalare la buona prova complessiva di Parodi, che chiude come miglior marcatore biancorosso con 13 punti, e il solito eccellente secondo set di Hernandez, capace di chiudere la contesa (ai biancorossi bastavano due parziali per essere certi del passaggio del turno) con 8 palloni messi a terra frutto di un impressionante 78 per cento nella frazione. Nel primo set invece si era messo in luce un ottimo Alletti, il più prolifico in casa Piacenza con 5 punti. I momenti di suspence vanno cercati con il lanternino: a metà del primo parziale Piacenza allunga e non rallenta più, mentre nel secondo la formazione di Giuliani si rilassa una volta conquistato il 18-14 e rischia di essere raggiunta. Novi Sad conquista prima il 21-22, poi anche il 23-24, ma non appena l’Lpr capisce che potrebbe rischiare torna a fare la voce grossa chiudendo i conti e di conseguenza anche il discorso qualificazione. Conquistato il 2-0, spazio a Tzioumakas, Tencati e Marshall: nel concitato finale di stagione ci sarà bisogno dell’apporto di tutti ed è giusto che Giuliani metta schiacciate nelle mani di ogni giocatore della rosa.

VOJVODINA NOVI SAD - LPR PIACENZA 0-3

(19-25, 23-25, 22-25)

Vojvodina NS Seme NOVI SAD: Premovic 15, Radovic 0, Kujundzic 12, Simic 6, Peric 6, Petrovic 3, Pekovic (L), Stankovic (L), Kovacevic 0, Ilincic 0. N.E. Nadazdin, Todorovic, Mehić, Vućićević. All. Osmankac

LPR Volley PIACENZA: Hierrezuelo aguirre 7, Clevenot 3, Alletti 9, Hernandez ramos 10, Parodi 13, Yosifov 7, Mania (L), Di Martino (L), Tencati 1, Tzioumakas 4, Marshall 3. N.E. Cottarelli, Papi, Zlatanov. All. Giuliani

ARBITRI: Akhundov e Todorov

NOTE - durata set: 22', 26', 24'; tot: 72'.

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti