Questo sito contribuisce all'audience di

Hristo Zlatanov: «Soddisfatto del mercato. Abbiamo raggiunto il 75 per cento degli obiettivi». VIDEO

Scommesse, certezze e un progetto che si sta sviluppando nella giusta direzione. Il direttore generale della Gas Sales: «Siamo in anticipo di un anno sulla nostra tabella di marcia»

Hristo Zlatanov, direttore generale della Gas Sales

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Mitsu Spacestar-3Chi pensa che adesso Hristo Zlatanov possa riposarsi deve provare a trascorrere qualche ora nell’ufficio del direttore generale della Gas Sales. Il telefono suona in continuazione, le e-mail intasano il computer, le richieste arrivano da ogni parte. Però un primo traguardo l’ha già tagliato: la rosa da mettere a disposizione di Andrea Gardini è definita quando alla chiusura del mercato mancano ancora tre settimane.

In attesa dell’annuncio ufficiale di Kooy, qual è il giudizio sul lavoro fatto?

«Positivo. Abbiamo raggiunto il 75 per cento degli obiettivi che ci eravamo posti e dunque sono contento. La squadra sulla carta è equilibrata nei vari settori e in tutti i fondamentali. Manca la ciliegina sulla torta che a breve dovrebbe arrivare».

DI solito le formazioni neopromosse sono in difficoltà perché il mercato inizia molto presto mentre le squadre di A2 sono ancora in campo per i play off e non conoscono che categoria andranno a disputare. Come avete fatto a raggiungere i vostri obiettivi nonostante questo handicap?

«Verissimo, chi arriva dalla Serie A2 termina troppo tardi. Noi ci siamo mossi prima, avevamo le idee ben chiare in testa e ho provato a giocare d’anticipo; ci sono riuscito e questo mi fa molto piacere».

Gli addetti ai lavori dicono che avete fatto un’ottima squadra. Il problema è che tutte le altre si stanno rinforzando e diventa sempre più difficile emergere in Superlega.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

«Il campionato più bello del mondo è quello italiano, arrivano giocatori fortissimi e il livello cresce sempre di più. Non a caso dodici mesi fa è toccato a Leon e l’asticella si è alzata; però questi fenomeni vanno tutti nelle primissime formazioni del campionato così noi siamo un po’ più tranquilli. Adesso c’è anche Kurek e lo spettacolo è destinato ad aumentare. Vero che campioni del calibro di Ngapeth o Sokolov se ne sono andati, ma li abbiamo rimpiazzati con ragazzi cresciuti tantissimo e diventati fenomenali come ad esempio Plotnytskyi. La nostra è una squadra discreta, ma bisogna vedere anche cosa faranno gli altri per definire gli obiettivi reali».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sport di contatto: Bonaccini scarica la responsabilità sull'assessore Donini. «Aspetto il via libera dalla mia sanità»

  • Calciomercato - Piacenza: occhi sull'attaccante Francesco Maio e sul centrocampista Alberto Acquadro

  • Piacenza - Ecco Vincenzo Manzo: «Lavoriamo con fame e determinazione, i risultati arriveranno»

  • Piacenza - Marco Polenghi: «Costruiamo il futuro partendo dai giovani». Ufficiale: Lemma allenerà la Berretti

  • Calciomercato Dilettanti - Cossetti rinnova con la CastellanaFontana. Vigolzone: arriva Nicola Spelta

  • Serie C Playoff 2020 - Domenica si gioca il secondo turno a Girone. Programma e orari delle partite

Torna su
SportPiacenza è in caricamento