Questo sito contribuisce all'audience di

Gardini: «Fei è un giocatore immenso». VIDEO e pagelle

Il tecnico elogia tutta la squadra: «Il gruppo alla fine è emerso, così come alcuni campioni che si sono messi a disposizione nonostante problemi fisici»

L'abbraccio di Andrea Gardini ad Alessandro Fei

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Seconda vittoria casalinga consecutiva per la Gas Sales che a otto giorni di distanza replica il successo con Vibo Valentia e inserisce fra le proprie vittime anche Monza al termine di una gara infinita in cui i biancorossi hanno dovuto sempre rincorrere per poi emergere nel finale di quarto set e nel tie break.

Andrea Gardini, a voi le cose semplici non piacciono.

«Come ho detto a inizio dell’anno la squadra deve avere un carattere di resilienza, senza questo non si costruisce niente. E’ una formazione che ha diversi problemi in alcune situazioni di gioco e senza capacità di soffrire non possiamo pensare di affrontare una stagione complicata come quella attuale. Qualcosina si sta vedendo, il gruppo credo che alla fine sia emerso e poi abbiamo alcuni campioni che si sono messi a disposizione nonostante problemi fisici. Sono tutti segnali che mi fanno ben sperare per il prosieguo del lavoro che sarà ancora lungo e complicato».

Oggi decisivo l’ingresso di Yudin.

«Non avevo dubbi. E’ un ragazzo che lavora dall’inizio dell’anno con un entusiasmo incredibile e sapevo che sarebbe stato pronto. L’ho detto diverse volte, la regola degli italiani limita la possibilità di giostrare i ragazzi e questo è un peccato».

Obiettivo principale era fermare o almeno limitare Kurek. Ci siete riusciti, tanto che a un certo punto è anche uscito un po’ dalla gara commettendo qualche errore di troppo.

«Sappiamo che è un giocatore capace di grandissime cose e anche stasera in momenti importanti ha messo a terra palloni con il muro a tre piazzato, poi in altri momenti è stato un po’ più appannato. Ma lui era uno dei giocatori da fermare, in alcuni frangenti ci siamo riusciti e in altri no perché è stato bravo a trovare le contromisure».

E’ la serata di Alessandro Fei. Cosa puoi dire di lui che non sia ancora stato detto?

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

«E’ un giocatore immenso; quando io stavo finendo con la nazionale lui era un ragazzino che si presentava sulla scena internazionale con qualità fisiche e tecniche mostruose. Nonostante l’età il fisico ancora regge ed è un atleta che sa giocare a volley. Ha nuovamente aiutato la squadra, possiamo solo dirgli un grazie grande come una casa».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il mondo della pallavolo piange Osvaldo Tarasconi

  • Piacenza - Un altro angelo biancorosso è volato in cielo, ci lascia Paolo Valdatta

  • Covid19 - I dati di venerdì 27 marzo: 25 morti a Piacenza, il totale sale a 447. Venturi: «Calano i contagi»

  • Covid19 - I dati di martedì 31 marzo: 27 morti a Piacenza, il totale sale a 543. E' ancora un giorno di dolore

  • Piacenza Spoon River. Piangiamo 370 morti e un tasso di letalità apparente al 18%

  • Magnacavallo, primario del Pronto Soccorso: «Vediamo una diminuzione degli accessi, la situazione inizia a essere più gestibile»

Torna su
SportPiacenza è in caricamento