Questo sito contribuisce all'audience di

Gli ordini di Alessandro Fei: «Abbiamo un bel roster, ma serve fare squadra il prima possibile». VIDEO

L'opposto della Gas Sales analizza i primi giorni di lavoro in casa biancorossa. «Secondo me - scherza - Gardini ci fa lavorare un po' troppo»

La premiazione di Alessandro Fei come miglior giocatore della Coppa Italia

Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Caricamento in corso...
Caricamento dello spot...

Zlatanov ancora una volta lo ha elogiato per la grande disponibilità e per l’attaccamento alla maglia. Lo scorso anno Alessandro Fei è partito come opposto titolare, è sceso in campo trascinando la squadra alla vittoria in Coppa Italia con un dito del piede rotto (mettendo a segno 31 punti e risultando l’Mvp della finale), poi ha accettato di cambiare ruolo trasferendosi al centro dopo l’arrivo di Sabbi. Adesso, dopo aver accompagnato Piacenza in Superlega, torna a giocare opposto ma sulla carta sarà il vice di Gabriele Nelli. Fei ringrazia e pensa già alla nuova avventura, iniziata da pochi giorni e che per il momento vede la Gas Sales in palestra a sudare per preparare una stagione attesissima e ricca di insidie.

Come sta andando questa prima parte di preparazione della Gas Sales?

«Bene. Facciamo un po’ troppa fatica secondo me – sorride l’opposto biancorosso nel giorno della presentazione di Kooy alla Pagani Geotechnical Equipment - Gardini ci fa lavorare un po’ troppo. A parte gli scherzi, stiamo lavorando bene, siamo tutti motivati e sono contento di avere compagni così attenti. Il tecnico ci sta dando indicazioni e il gruppo lo segue senza problemi, questa è un’altra cosa importante. In Superlega sarà dura, dovremo fare squadra per competere con le avversarie più forti; il nostro è un roster valido ma se non dovessimo creare un bel gruppo avremo grosse difficoltà».

Zlatanov ha accennato all’ennesimo tuo nuovo ruolo in questa Gas Sales. Sarai la chioccia di Nelli.

«Io sono contento di restare, l’ho sempre detto. Volevo finire la carriera a Piacenza e ci sto riuscendo, è la cosa più importante, non abbiamo mai avuto grossi problemi perché con Zlatanov basta un cenno e ci capiamo. Adesso spero di riuscire a fornire il mio contributo».

A livello pratico inizialmente sarai il vice di Nelli. Poi?

«Spero di continuare a essere il vice di Nelli perché se va bene lui va bene tutta la squadra. Mi allenerò con l’obiettivo di giocare delle partite, ma nello stesso momento preferirei non scendere mai in campo perché significherebbe che le cose stanno andando bene».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dilettanti - I risultati della domenica. Giornataccia per le piacentine: solo un pari per Nibbiano e Castellana

  • Piacenza-Arzignano: 0-0, biancorossi fantasmi e piovono fischi

  • Piacenza-Triestina: 1-2, gli alabardati sbancano il Garilli con la doppietta di Maracchi

  • Mister Mazza sfonda quota 1000: «Zeman, Sacchi e quando giocai con cinque punte»

  • Pergreffi: «Diamo tutto per questa maglia». Franzini: «E' un momento difficile ma non siamo in crisi»

  • Piacenza - Matteassi: «Tutti abbiamo delle colpe, l'errore è stato creare aspettative troppe alte»

Torna su
SportPiacenza è in caricamento