Questo sito contribuisce all'audience di

Volley - I Pink Wolf verso lo scioglimento

Delusione, disappunto, qualcuno con gli occhi rossi. I Pink Wolf, lo storico gruppo di tifosi della Nordmeccanica, vanno verso lo scioglimento, lasciandosi alle spalle anni di entusiasmo, di festeggiamenti, di amicizie anche con i gruppi delle...

I Pink Wolf durante una trasferta
Delusione, disappunto, qualcuno con gli occhi rossi. I Pink Wolf, lo storico gruppo di tifosi della Nordmeccanica, vanno verso lo scioglimento, lasciandosi alle spalle anni di entusiasmo, di festeggiamenti, di amicizie anche con i gruppi delle squadre avversarie, di lunghe trasferte. In un attimo tutto trasferito in soffitta, con il passaggio della squadra femminile da Piacenza a Modena. La riunione informale organizzata mercoledì sera dai sostenitori piacentini è terminata con una decisione sofferta: intraprendere la strada che porterà allo scioglimento del gruppo. Una scelta obbligata, visto che viene meno lo scopo definito nell’articolo 2 dello statuto in cui si parla di “promozione e sostegno della Nordmeccanica Piacenza”.

ASSEMBLEA IL 12 GIUGNO
Il passaggio definitivo avverrà il 12 giugno in occasione dell’assemblea ufficiale, ma si tratterà solamente di una formalità. Ancora un paio di settimane prima di mettere nero su bianco cancellando con un colpo di spugna un lungo periodo di passione.
«Le opzioni sul tavolo - spiegano i vertici dei Pink Wolf, tutti dimissionari - erano due: scioglimento oppure modifica dello statuto che ci avrebbe trasformato in un gruppo con finalità differenti». All’appello ha risposto una cinquantina di iscritti e la stragrande maggioranza ha accettato la proposta del direttivo di scrivere la parola fine sulla storia dei Pink Wolf. «L’obiettivo - spiegano in coro - è comunque quello di rimanere uniti. In che modo e con che finalità lo decideremo il 12 giugno nell’assemblea ufficiale».
Una cosa però la tengono a precisare, e lo fanno a più riprese: «Non tiferemo per un’altra squadra». Il cuore batte solo per la Nordmeccanica Piacenza, in questi giorni ha perso qualche colpo ma certamente non accetteranno la proposta avanzata dalla società di salire su un pullman diretto a Modena per sostenere la nuova formazione biancoblù.

TUTTI UNITI
«Quanto abbiamo dichiarato pubblicamente con i nostri due comunicati ufficiali è confermato. E ci ha fatto molto piacere che tutte le persone intervenute abbiano apprezzato la nota stilata dal direttivo. A questo punto è una magra consolazione, ma significa che siamo tutti sulla stessa lunghezza d’onda».
Un’ora, poco più, di confronto fra appassionati di pallavolo che parlano la stessa lingua: in tanti hanno manifestato il proprio disappunto sia per quello che è successo sia, soprattuto, per come è successo. L’amarezza e la delusione per aver saputo del trasferimento a giochi fatti è grande, tutti pensavano di meritare un pizzico di considerazione in più.
«E’ un momento difficile - concludono i Pink Wolf - perché dopo 4 anni di allegria ed entusiasmo siamo qui a sciogliere il nostro gruppo. Non è stato facile e soprattutto ci fa male sapere che non avremo più una squadra da seguire ogni domenica».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dilettanti - I risultati della domenica. Giornataccia per le piacentine: solo un pari per Nibbiano e Castellana

  • Piacenza-Triestina: 1-2, gli alabardati sbancano il Garilli con la doppietta di Maracchi

  • Piacenza troppo timido sul calciomercato: le rivali comprano, progettano, rilanciano o rinforzano. L'editoriale

  • «La retrocessione in B del Piacenza nel 1994? Non fu colpa del Milan». Galliani fra calcio, ricordi e...Hristo Zlatanov

  • Piacenza - Le Pagelle: Polidori e Corradi sprecano, Bolis mai in partita. Paponi fa 13

  • Serie D - Il Fiorenzuola firma un'altra impresa: rimonta la Sammaurese e poi mette la freccia

Torna su
SportPiacenza è in caricamento