Questo sito contribuisce all'audience di

La Nordmeccanica volley sta pensando di tornare a Piacenza? Cerciello smentisce

Da Modena rimbalza una notizia clamorosa: i vertici societari stanno sondando il terreno per un possibile rientro al PalaBanca dopo una sola stagione

Antonio e, a destra, Vincenzo Cerciello

La notizia che rimbalza da Modena avrebbe del clamoroso: la Nordmeccanica starebbe pensando di riportare a Piacenza la squadra femminile di pallavolo. Al momento si tratta ancora di indiscrezioni, ma nelle ultime ore le voci hanno iniziato a farsi più insistenti. Nulla di ufficiale, e ci mancherebbe altro in questo momento della stagione, ma pare che i vertici si stiano muovendo almeno per capire se la soluzione possa diventare realtà nei prossimi mesi. Difficile al momento saperne di più, ma riavvolgendo il nastro alla scorsa burrascosa estate è facile capire che da allora le cose sono cambiate parecchio.

A fine giugno scade il bando per la gestione del PalaBanca, uno dei punti della discordia segnalati da Nordmeccanica nel momento in cui annunciò il saluto a Piacenza, con l’amministrazione che sta gettando le basi per un nuovo accordo legato all’impianto. A giugno sono inoltre in programma le elezioni comunali e non è escluso che anche questo incida nella valutazione di un possibile ritorno della squadra nella nostra città. Nella conferenza in cui annunciava il trasferimento a Modena infatti la famiglia Cerciello non risparmiò critiche all’attuale amministrazione: se fosse uno dei motivi reali del passaggio al PalaPanini non si saprà mai, però non è da escludere che un eventuale cambiamento a Palazzo Mercanti potrebbe incidere anche sulla decisione di rientrare alla base.

L’operazione, per quanto affascinante, non sembra comunque esente da problemi. Il pubblico piacentino infatti non accettò di buon grado la notizia del trasferimento, senza contare che attualmente con la Liu Jo, altro sponsor della squadra, esiste un accordo pluriennale legato a Modena.

E’ anche vero peraltro che l’esperienza al PalaPanini non sia per il momento ricca di soddisfazioni per i vertici societari. Per ora i risultati sportivi sono al di sotto delle attese, la squadra ha giocato (e perso) la finale di Coppa Italia, è nei quarti di Champions League (ma è stata nettamente sconfitta nella gara di andata dalla Dinamo Mosca) però è al sesto posto in classifica in una stagione in cui ha dovuto anche cambiare allenatore in corsa. Vero che i play off possono dare tutta un’altra luce all’annata, però i 22 punti di distacco dalla capolista Conegliano non erano sicuramente nei programmi della vigilia. Come se non bastasse anche la risposta del pubblico non è stata eccezionale, motivo per cui la proprietà starebbe valutando l’ipotesi di tornare a Piacenza, dove peraltro ha sempre tenuto la sede legale della società.

Realtà o fantavolley? Per il momento si sta sondando il terreno, se dovesse arrivare qualche risposta concreta (al di là delle probabili smentite immediate, ma non potrebbe essere altrimenti) lo si saprà solo nei prossimi mesi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Emergenza Coronavirus - Piacenza-Sambenedettese non si gioca, tutto sospeso il calcio piacentino

  • Emergenza coronavirus - Chiuse tutte le palestre private

  • Emergenza coronavirus: manifestazioni sportive annullate, ma oggi le piscine sono aperte. Nuova ordinanza: fino al 25 chiusura totale

  • Emergenza coronavirus: sospeso tutto lo sport provinciale

  • Scontri nel derby Reggiana-Piacenza: arriva il primo Daspo ma è solo l'inizio

  • Emergenza Coronavirus - Il Piacenza Calcio sospende gli allenamenti del settore giovanile

Torna su
SportPiacenza è in caricamento