Questo sito contribuisce all'audience di

Serie D - Impressionante la solidità dell'Atletico

Due vittorie su due nel girone di ritorno, primato solitario in classifica e quattro punti di vantaggio sulla seconda (S. Miniato), addirittura sette sulla terza (Massese). Quella dell’Atletico Bp è una cavalcata che pare inarrestabile...

(foto Spreafico)-23
Due vittorie su due nel girone di ritorno, primato solitario in classifica e quattro punti di vantaggio sulla seconda (S. Miniato), addirittura sette sulla terza (Massese). Quella dell’Atletico Bp è una cavalcata che pare inarrestabile, arriveranno anche le difficoltà, certo, ma finché Cazzamalli e compagnia rimarranno in palla come ieri, mister Franzini può legittimamente sperare di concludere in testa questo campionato.

Nell’ultima partita con la Bagnolese i rossoneri hanno raccolto le ennesime conferme sulle loro grandi potenzialità, ma pure qualche piccolo campanello d’allarme. In un momento così positivo sembra voler trovare il proverbiale “pelo nell’uovo”, ma l’impresa che attende l’Atletico è ardua e richiede miglioramenti continui per arrivare al traguardo prefissato, di conseguenza pensiamo possa essere utile mettere a nudo le criticità presenti. Punto primo, Franzini dovrà lavorare su alcune piccole disattenzioni che per poco non hanno permesso alla Bagnolese di complicare i piani; la bravura di Boari e la modestia dell’avversario hanno fatto si che gli errori non facessero male in almeno tre occasioni, ma se al posto della cenerentola del campionato ci fosse stata una concorrente diretta al titolo, come sarebbe andata a finire? Non c’è la controprova, ma occorre limitare il più possibile i cali di tensione. Punto secondo, la questione Piccolo. Il centravanti rossonero, capocannoniere del torneo con 14 marcature, è occorso in un infortunio che preoccupa parecchio (in giornata si avrà il responso medico sull’entità) e una sua eventuale assenza prolungata potrebbe influire negativamente sulle ambizioni della squadra di mister Franzini. Ieri Centofanti si è ben comportato, è vero che in rosa c’è pure un certo Nicolini, ma in caso di infortunio serio la società dovrà per forza di cose correre ai ripari con un innesto. In ogni caso la squadra del presidente Scorsetti può sorridere per più di un motivo, poiché ha un allenatore competente oltre che seguito dalla squadra, bravi giocatori - in forma olimpica - come Cazzamalli, Matteassi, Boari, Colicchio (per dirne alcuni) e inseguitrici tutto fuorché continue nei risultati. L’idea che ci si fa ad assistere ad una partita dell’Atletico è quella di una squadra molto compatta, con un gruppo forte e coeso. Crediamo insomma che con qualche piccolo accorgimento, Franzini e compagnia possano dire la loro fino alla fine in tema di vittoria finale.

Domenica 20 gennaio i rossoneri saranno impegnati nell’insidiosa trasferta di Riccione. La squadra romagnola non è certo quella asfaltata per 6-0 all’andata e sta risalendo la china, tirandosi gradualmente fuori da quella che sembrava una situazione insanabile. In questo senso, il pareggio imposto a Pistoia (1-1) rende l’idea sull’effettiva rigenerazione di questa compagine. Il Tuttocuoio secondo, dopo avere impattato in casa per 2-2 con la Pavullese, la prossima giornata vivrà una sfida densa di pathos affrontando in trasferta la Massese terza. Inutile dire che per l’Atletico potrebbe presentarsi l’occasione di allungare nuovamente in classifica, dando così uno schiaffo morale importante a tutte le inseguitrici. Staremo a vedere dunque cosa succederà, di sicuro ci sarà da divertirsi.
Marcello Astorri
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il mondo della pallavolo piange Osvaldo Tarasconi

  • Covid19 - I dati di martedì 31 marzo: 27 morti a Piacenza, il totale sale a 543. E' ancora un giorno di dolore

  • Covid19 - I dati di venerdì 27 marzo: 25 morti a Piacenza, il totale sale a 447. Venturi: «Calano i contagi»

  • Maradona, Bruno Conti, Baresi e il Piacenza tutto italiano. Il capitano Settimio Lucci ci racconta 20 anni di carriera

  • De Joannon all’attacco: «Ho dato la mia disponibilità per dare una mano. Da medico voglio combattere il coronavirus»

  • Magnacavallo, primario del Pronto Soccorso: «Vediamo una diminuzione degli accessi, la situazione inizia a essere più gestibile»

Torna su
SportPiacenza è in caricamento