Questo sito contribuisce all'audience di

Serie D - Girone a 18 squadre. Si parte il 1 settembre

Escono ufficialmente le prime indicazioni della Lega Serie D per la prossima stagione 2013/2014 a cui prenderanno parte, per la nostra provincia, il Piacenza Calcio e il Pro Piacenza. Confermato l'inizio del campionato per domenica 1 settembre...

Il tecnico del Piacenza Calcio, William Viali
Escono ufficialmente le prime indicazioni della Lega Serie D per la prossima stagione 2013/2014 a cui prenderanno parte, per la nostra provincia, il Piacenza Calcio e il Pro Piacenza. Confermato l'inizio del campionato per domenica 1 settembre, mentre la stagione ufficiale inizierà il 18 agosto con la prima partita di Coppa Italia. Per gli accoppiamenti di Coppa e per conoscere la composizione dei gironi e del calendario bisognerà invece aspettare l'inizio di agosto.

Per il momento la Lega della Serie D ha comunicato che saranno nove i gironi della serie D 2013/2014, tutti composti da 18 squadre (9 retrocesse dalla Lega Pro Seconda Divisione, 121 che hanno mantenuto il diritto, 35 promosse dall'Eccellenza e la vincitrice della Coppa Italia Eccellenza), nel caso di mancanza di squadra si procederà ai ripescaggi fino ad arrivare a quota 162 squadre e, per la nostra provincia, ci saranno il Piacenza Calcio 1919 (che giocherà allo stadio Garilli) e il Pro Piacenza 1919 (che giocherà al campo Siboni). Confermata la regola dei quattro giovani obbligatori in campo: un classe 1993, due classe 1994 e un classe 1995, le sostituzioni dovranno essere corrispondenti con calciatori appartenenti alla stessa fascia d'età o temporalmente successiva. Saranno promosse in Lega Pro solo le vincitrici dei singoli campionati, mentre retrocederanno in Eccellenza le ultime e le penultime classificate di ogni girone insieme alle due perdenti dei playout, mentre le regole dei playoff saranno comunicate in un secondo momento. Ogni squadra partecipante è tenuta a versare la somma di 50mila euro (in cui è compresa la fideiussione bancaria di 31mila euro). E' prevista - a discrezione degli accordi presi dalla Rai - la trasmissione di alcune partite su RaiSport (dalla terzultima di campionato è proibito chiedere variazioni su date e orari delle partite) mentre rigida è la regola che vuole, in caso di neve, lo sgombero del campo per la neve caduta fino alle 48 ore precedenti al fischio d'inizio della gara stessa. Confermata la panchina lunga fino a nove elementi di riserva.


In materia di Ordine Pubblico: le Società, in occasione delle gare programmate sui propri campi di gioco, debbono tempestivamente inoltrare richiesta alla competente autorità perché renda disponibile la Forza Pubblica in misura adeguata. L'assenza o l'insufficienza della Forza Pubblica, anche, se non imputabile alle Società, impone alle stesse l'adozione di altre adeguate misure di sicurezza conformi alle disposizioni emanate dalla Lega Nazionale Dilettanti. L’arbitro, ove rilevi la completa assenza di responsabili al mantenimento dell’ordine pubblico, può non dare inizio alla gara. La richiesta di intervento della Forza Pubblica, inoltrata dalla Società ospitante alla competente Autorità, dovrà essere esibita all'arbitro prima dell'inizio della gara.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dilettanti - Tutti i risultati della domenica. Pari per Nibbiano e Agazzanese, Castellana di rimonta. FOTO

  • Emergenza Coronavirus - Piacenza-Sambenedettese non si gioca, tutto sospeso il calcio piacentino

  • Carpi-Piacenza 3-0: decide la doppietta di Saric e il gol di Biasci

  • Emergenza coronavirus: sospeso tutto lo sport provinciale

  • Piacenza - Squadra spenta e demotivata, servono nuove idee. La crisi dei biancorossi in tre punti

  • Scontri nel derby Reggiana-Piacenza: arriva il primo Daspo ma è solo l'inizio

Torna su
SportPiacenza è in caricamento