Questo sito contribuisce all'audience di

Pro Piacenza - Franzini: «Reagiamo subito a Gozzano»

Testa china, lavorare e pensare a salvarsi, altroché vincere il campionato. E' questo in sintesi il pensiero di Arnaldo Franzini, che nella settimana post sconfitta contro l'Inveruno invita il suo Pro Piacenza a fare una riflessione perché, come...

Arnaldo Franzini (foto Spreafico)-25
Testa china, lavorare e pensare a salvarsi, altroché vincere il campionato. E' questo in sintesi il pensiero di Arnaldo Franzini, che nella settimana post sconfitta contro l'Inveruno invita il suo Pro Piacenza a fare una riflessione perché, come aveva detto il tecnico di Vernasca nelle settimane passate: «Il calcio di agosto lascia il tempo che trova e l'unico giudice è il campo». A dir la verità non è il caso di essere disfattisti in casa rossonera, è vero che ci si aspettava un esordio diverso davanti al proprio pubblico, ma la sconfitta maturata contro l'Inveruno oltre a essere frutto di una scarsa vena realizzativa dei piacentini («doveva finire 8 a 5 per noi» dice Franzini ridendo) deve più che altro far riflettere sull'impatto psicologico che "l'essere favoriti" può avere su una squadra come il Pro, non abituata a vestire questi panni.

LAVORO - «E' esattamente questo il punto - spiega Franzini alla vigilia della trasferta in casa del Gozzano - su cui bisogna riflettere. Domenica a caldo ho detto che dobbiamo tornare a pensare a quota 42 punti, cioè la misura salvezza, non perché tutto d'un tratto siamo diventati deboli ma perché abbiamo solamente tre campionati di Serie D sulle spalle e probabilmente domenica è stata la dimostrazione che non siamo in grado, al momento, di sopportare il peso di essere tra le favorite. Il Pro Piacenza viene dal basso, l'anno scorso abbiamo fatto un super campionato, ma se commettiamo l'errore di perdere di vista il posto da cui arriviamo, cioè tanta gavetta, rischiamo di farci male come domenica».

ERRORI - Contro il Gozzano sarà ancora emergenza perché Colicchio è squalificato. «Il riferimento agli errori era per delle scelte e siccome abbiamo anche perso vuol dire che non sono stato bravo io la settimana della partita e anche quella precedente. L'esperimento di Silva, che avevamo già fatto nella passata stagione, al centro della difesa è stato molto positivo. Il ragazzo è stato uno dei migliori in campo, non ha sbagliato un pallone e probabilmente sarà una soluzione che riproporrò nuovamente. La sconfitta è stata una serie di errori da parte di tutti, compreso me».

RISCATTO - E ora arriva il Gozzano. «E' una delle più attrezzate del campionato, sono davvero forti in più è arrivato un giocatore del calibro di Marchesetti, a cui hanno aggiunto due centrocampisti eccellenti come Rossi e Brognoli (entrambi dal Santhià) e quindi sarà una partita tosta e difficile, su un campo caldo e importante». Per quanto riguarda invece il giovane Diego Soregaroli (classe '93 della Pergolettese), in prova questa settimana, la società di è data ancora un po' di tempo prima di decidere se tesserarlo o no, tuttavia un ritocco sul parco giovani andrà fatto perché da questo punto di vista la rosa del Pro Piacenza è un filo corta. Probabile formazione Pro Piacenza: in porta Medioli ('95), difesa con Jakimovski e Castellana ('95) sugli esterni, nel mezzo la coppia Rieti-Silva. A centrocampo Cazzamalli affiancato da Marmiroli ('94) e Pessagno ('93), davanti il tridente con Matteassi, Piccolo e Franchi. Turno completo e classifica del girone B di Serie D: clicca qui.
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dal catrame di Centocelle a Zidane. «Il più forte che ho visto. E quanto menava Cleto in allenamento». La vita di Daniele Moretti

  • Covid19 - I dati di martedì 31 marzo: 27 morti a Piacenza, il totale sale a 543. E' ancora un giorno di dolore

  • Maradona, Bruno Conti, Baresi e il Piacenza tutto italiano. Il capitano Settimio Lucci ci racconta 20 anni di carriera

  • De Joannon all’attacco: «Ho dato la mia disponibilità per dare una mano. Da medico voglio combattere il coronavirus»

  • Calcio Dilettanti e Podenzano in lutto: ci lascia Abele Boselli. «E' la storia che se ne va»

  • La Lega Pro si interroga sul futuro. Monza, Vicenza e Reggina in B? Si studia una Serie C Elite

Torna su
SportPiacenza è in caricamento