Questo sito contribuisce all'audience di

L'Atletico Bp ora non si può più nascondere

Giro di boa da campioni d'Inverno. Si chiude con questo scintillante risultato il 2012 dell'Atletico Bp Pro Piacenza che domenica affronterà l'ultimo turno del girone D di serie D su un campo prestigioso e blasonato come il Porta Elisa della...

Pietro Tacchini
Giro di boa da campioni d'Inverno. Si chiude con questo scintillante risultato il 2012 dell'Atletico Bp Pro Piacenza che domenica affronterà l'ultimo turno del girone D di serie D su un campo prestigioso e blasonato come il Porta Elisa della Lucchese. A fare il pompiere però ci pensa il vicepresidente Pietro Tacchini che al quotidiano Libertà ha detto: «Andiamo avanti a fari spenti contando di accenderli all'ultima curva». Giusto così, la strada è lunga, ma è altrettanto vero quello che hanno detto in coro i giocatori domenica dopo la vittoria contro la Real Spal: «E' inutile nascondersi troppo, per la corsa al titolo ci siamo anche noi».

FINO ALLA FINE - Parole che lo stesso capitano, Leonardo Fulcini, ha replicato durante la cena sociale: «A nome di tutta la squadra promettiamo che faremo l'impossibile per rimanere in testa fino al traguardo». L'Atletico era partito a inizio stagione per centrare una salvezza tranquilla - e mancano tre punti per questo obiettivo - anche se molti addetti ai lavori avevano individuato nella macchina rossonera la vera mina vagante del girone. Una squadra allestita con molta intelligenza, dalla scelta dei giovani alla conferma dello zoccolo duro, passando per l'inserimento di due giocatori che stanno davvero facendo la differenza: Piccolo e Cazzamalli. Il tutto messo a disposizione di un tecnico di assoluto valore (e siamo sicuri che farà strada) come Arnaldo Franzini. «Stiamo facendo qualcosa di incredibile - ha detto durante il suo intervento alla cena della società - ed è giusto darcene atto. Sono orgoglioso di guidare questo gruppo di ragazzi e sono certo che affronteremo ogni impegno con lo spirito e l'atteggiamento migliori».

ULTIMA SPIAGGIA? - Acque agitate intanto in casa Lucchese; i toscani domenica sono costretti a vincere contro l'Atletico se non vogliono vedere aumentare ulteriormente il distacco in classifica che attualmente è di nove punti (37 dei piacentini contro i 28 dei prossimi avversari). Non è di questo avvisto però il tecnico della Lucchese, Duccio Innocenti, che ha parlato così al quotidiano GazzettaLucchese.it: «La partita di domenica prossima è fondamentale soprattutto per la nostra classifica e tutti noi dovremmo dare qualcosa di più per vincere. Non ci sto quando si dice che se non vinciamo siamo fuori da tutti i giochi. C'è un girone di ritorno da giocare e tanti punti in palio. È ovvio che quella contro l'Atletico Pro Piacenza sarà una partita da dover cercare fino in fondo di vincere per accorciare il distacco in classifica. Tutti noi diamo molta importanza a questa partita e sono fiducioso che i miei ragazzi possano far bene». Che cosa pensa della vostra prossima avversaria? «Intanto, se sono primi, vuol dire che non sono lì per caso e se hanno 38 punti se li sono meritati. Hanno giocatori importanti che vengono dai professionisti, ma anche noi li abbiamo perché io li considero tali. Ci alleniamo sempre bene e sono convinto che ci potremo togliere delle soddisfazioni». Ci sono anche problemi di formazione in casa Lucchese: Conti si è fermato a causa di un risentimento muscolare e non stanno bene nemmeno Angeli e Chianese. Per il primo ci sono buone possibilità che recuperi per domenica mentre per Chianese saranno decisive le prossime ore. In casa Atletico invece stanno tutti bene e contro la Lucchese rientrerà Nicolini che nell'ultimo turno contro la Real Spal ha scontato una giornata di squalifica.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dilettanti - I risultati della domenica. Giornataccia per le piacentine: solo un pari per Nibbiano e Castellana

  • Piacenza-Triestina: 1-2, gli alabardati sbancano il Garilli con la doppietta di Maracchi

  • Piacenza troppo timido sul calciomercato: le rivali comprano, progettano, rilanciano o rinforzano. L'editoriale

  • «La retrocessione in B del Piacenza nel 1994? Non fu colpa del Milan». Galliani fra calcio, ricordi e...Hristo Zlatanov

  • Serie D - Il Fiorenzuola firma un'altra impresa: rimonta la Sammaurese e poi mette la freccia

  • Piacenza - Venerdì una seconda visita per Del Favero ma non c'è fiducia. Si cerca un portiere under

Torna su
SportPiacenza è in caricamento