Questo sito contribuisce all'audience di

Pinalli: «Puntiamo sulla logica del bel gioco». Baldrighi: «Spero che i tifosi ci stiano sempre vicini». VIDEO

Il presidente e il team manager del Fiorenzuola dettano la linea per la nuova stagione. Obiettivo: raggiungere traguardi sempre più importanti

Da sinistra: Di Battista, Pighi, Pinalli, Daniele e Luca Baldrighi

Sa che ci sarà da sudare il nuovo Fiorenzuola. Lo si capisce fin dal giorno del raduno, in un clima bollente in cui i giocatori terminano l’allenamento e si presentano immediatamente a due passi dal campo per ascoltare le parole dei vertici societari. E’ il momento di speranze e obiettivi, come è normale all’inizio di ogni avventura, e in casa rossonera non fanno eccezione. Di fronte alla prima squadra al completo, ad alcuni ragazzi del settore giovanile e a un buon numero di sostenitori tocca al presidente Luigi Pinalli prendere la parola. Al suo fianco anche i vice presidenti Giovanni Pighi e Daniele Baldrighi e il team manager Luca Baldrighi.

«Il nostro obiettivo - spiega il numero uno rossonero - è ripetere l’ultimo campionato in cui abbiamo giocato bene e ci siamo tolti parecchie soddisfazioni con una squadra che ha sorpreso un po’ tutti. Sappiamo benissimo che non sarà facile, ma noi ci proviamo e al termine dell’annata vedremo dove saremo arrivati».

Delle modifiche rispetto all’ultima avventura ci sono state, a iniziare dalla guida tecnica con il nuovo allenatore Lucio Brando in panchina.

«Dionisi, il tecnico dell’anno passato, ha deciso di compiere un salto di qualità trasferendosi all’Imolese che aveva l’ambizione di vincere prima di essere comunque ripescato in Serie C. Ha raggiunto il suo scopo e ne siamo felici».

Per quanto vi riguarda puntate a ottenere risultati giocando bene.

«Noi vorremmo conquistare anche un piazzamento migliore rispetto all’ultima stagione, dove comunque siamo andati alla grande, senza perdere la logica del bel gioco, che è l’aspetto primario a cui tutti teniamo».

Dal punto di vista societario qual è il vostro segreto? In tante altre realtà, soprattutto nel Piacentino, c’è una sola figura al vertice della società, il vostro gruppo invece è numeroso e regge bene.

«Ormai siamo cementati, da tempo ci confrontiamo con opinioni differenti ma non abbiamo mai discussioni particolarmente accese. Questo ci facilita in ogni operazione, di mercato e non. Siamo delle persone abbastanza intelligenti e questo facilita anche una coesistenza importante a livello societario».

Ultima cosa: a fine stagione il presidente Pinalli sarà contento se...

«Avremo migliorato la posizione della scorsa stagione».

Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attenti solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dilettanti - Tutti i risultati della domenica. Pari per Nibbiano e Agazzanese, Castellana di rimonta. FOTO

  • Emergenza Coronavirus - Piacenza-Sambenedettese non si gioca, tutto sospeso il calcio piacentino

  • Carpi-Piacenza 3-0: decide la doppietta di Saric e il gol di Biasci

  • Emergenza coronavirus: sospeso tutto lo sport provinciale

  • Piacenza - Squadra spenta e demotivata, servono nuove idee. La crisi dei biancorossi in tre punti

  • Scontri nel derby Reggiana-Piacenza: arriva il primo Daspo ma è solo l'inizio

Torna su
SportPiacenza è in caricamento