Questo sito contribuisce all'audience di

Atletico Pro - Francani: «Ripetersi è sempre difficile»

Dopo Franchi e Pessagno è fatta pure per il promettente attaccante Pasaro, classe ’95 proveniente dalla Fidentina. E’ un Atletico Pro molto attivo fin dalle prime battute di questo calciomercato e Riccardo Francani, il suo direttore sportivo, è...

Il direttore sportivo dell'Atletico Pro, Riccardo Francani (foto Spreafico-Galli)
Dopo Franchi e Pessagno è fatta pure per il promettente attaccante Pasaro, classe ’95 proveniente dalla Fidentina. E’ un Atletico Pro molto attivo fin dalle prime battute di questo calciomercato e Riccardo Francani, il suo direttore sportivo, è personaggio umile e laborioso come dimostrano le sue parole alla domanda su dove possa arrivare la società rossonera nella prossima stagione: «Noi vogliamo fare bene, anche se ripetere l’annata passata sarà molto difficile».

MERCATO - Al di là delle comprensibili cautele, dalle mosse di mercato andate in porto traspare la volontà di allestire una rosa molto competitiva. Oltretutto non è finita: a breve, l’Atletico concluderà pure per il giovane portiere Medioli e poi andrà alla ricerca di terzini. «Ci interessa il portiere Medioli con il quale siamo in dirittura d’arrivo – spiega Francani – poi ci manca qualcosa per quanto riguarda gli esterni bassi e andremo a cercare alcuni giovani che possono fare al caso nostro in quel ruolo. Dopodiché vedremo se fare ancora qualcosa».

RICONFERME - Il reparto che balza maggiormente all’occhio è quello avanzato, dove la società rossonera, con l’acquisto di Franchi e dopo aver incassato la riconferma di Piccolo, può disporre di un elevato peso specifico. «Sulla carta è un attacco molto forte, ma con le punte non è mai certo niente, sono strane – puntualizza il ds rossonero – ad esempio l’anno scorso avevamo Nicolini, dal quale ci aspettavamo grandi cose e invece poi non è riuscito ad esprimere il suo potenziale». La partita dei rinnovi intanto è aperta, ma anche su questo fronte non sembra ci siano particolari difficoltà nel riconfermare lo zoccolo duro della passata stagione. «In settimana abbiamo una cena con i giocatori e li avremo modo di parlare e limare gli ultimi dettagli. Ad ogni modo non ci dovrebbero essere sorprese e tutto dovrebbe procedere senza grossi intoppi».

CORAZZATA - Non si può non notare che, qualora ai nuovi acquisti si aggiungessero le conferme in blocco di tutti i big, l’Atletico non può sottrarsi al ruolo di protagonista che la attende. Su questo argomento però Francani frena: «L’anno scorso eravamo la sorpresa del campionato e nessuno ci conosceva. L’anno prossimo ci attenderanno tutte al varco. Poi c’è da dire che ripetere quello è stato fatto non sarà per niente facile, perché è stata una stagione davvero eccezionale e sopra le righe». Molto dipenderà anche dal girone nel quale la squadra del patron Scorsetti verrà inserita, a tal proposito i rossoneri sperano nel girone lombardo. «Noi vorremmo giocare nel girone lombardo per una questione di vicinanza delle trasferte. Anche se il livello tecnico, a differenza del Tosco-Emiliano, è molto omogeneo e livellato verso l’alto. Nel lombardo può accadere che la prima possa perdere in casa dell’ultima, mentre nel Tosco-Emiliano, tolte le sei-sette squadre di testa, le altre sono compagini modeste».

Marcello Astorri

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dilettanti - Tutti i risultati della domenica. Pari per Nibbiano e Agazzanese, Castellana di rimonta. FOTO

  • Emergenza Coronavirus - Piacenza-Sambenedettese non si gioca, tutto sospeso il calcio piacentino

  • Carpi-Piacenza 3-0: decide la doppietta di Saric e il gol di Biasci

  • Emergenza coronavirus: sospeso tutto lo sport provinciale

  • Piacenza - Squadra spenta e demotivata, servono nuove idee. La crisi dei biancorossi in tre punti

  • Scontri nel derby Reggiana-Piacenza: arriva il primo Daspo ma è solo l'inizio

Torna su
SportPiacenza è in caricamento