Questo sito contribuisce all'audience di

Atletico Bp sconfitto 3-1 a Lucca ma resta al comando

Il primo posto non era in discussione e il titolo d’inverno già riposto nel cassetto e chiuso a doppia mandata. Ma la sconfitta dell’Atletico Bp a domicilio della Lucchese permette alle inseguitrici di continuare a sperare. Sul 3-1 dei toscani...

(foto Spreafico)-7
Il primo posto non era in discussione e il titolo d’inverno già riposto nel cassetto e chiuso a doppia mandata. Ma la sconfitta dell’Atletico Bp a domicilio della Lucchese permette alle inseguitrici di continuare a sperare. Sul 3-1 dei toscani pesano come macigni tre episodi che hanno segnato la gara: la rete dell’1-0 subita dai piacentini dopo tre minuti, il mancato 1-1 con la respinta sulla riga di un difensore locale e il 3-0 dei padroni di casa messo a segno in pieno recupero su una nuova ingenuità dell’undici di Franzini.

REAZIONE - Situazioni che avrebbero steso anche un toro: l’Atletico Bp ha provato a reagire sia a metà della prima frazione sia a inizio secondo tempo, ma di fronte si è trovato una formazione solida che aveva assoluto bisogno dei tre punti per sperare di rientrare nelle zone nobili della graduatoria. I piacentini subiscono così la seconda sconfitta stagionale e interrompono la fantastica serie positiva arrivata a sette vittorie e dodici risultati utili consecutivi.

AL PALO - In casa della Lucchese nobile decaduta la formazione di Franzini parte malissimo e già al 3’ è costretta a rincorrere: errore delle retroguardia, a Redomi non pare vero approfittarne per mettere a segno l’1-0. Gli ospiti accusano e per qualche minuto sbandano in maniera consistente, rischiando di subire il raddoppio per mano di Brega e Aliboni. Poi fanno capire anche in Toscana perché meritano il ruolo di capolista: al 21’ Piccolo calcia alto da buona posizione e due minuti più tardi ecco l’occasionissima che potrebbe cambiare la gara. Matteassi conclude bene e supera Casapieri, ma quando la sfera sembra destinata in fondo al sacco Angeli compie un miracoloso salvataggio sulla linea.

SALITA - Un pizzico di fortuna, si sa, è sempre fondamentale per conquistare punti. L’Atletico Bp manca di un soffio il pari e alla mezz’ora subisce il raddoppio grazie a una bella punizione di Chianese. La sfida è sempre più in salita anche perché la Lucchese prende ulteriore coraggio e dimostra di meritare il vantaggio. Quando tutti sono concentrati sul riposo e l’arbitro ha già assegnato il recupero arriva la mazzata: nuova imprecisione del reparto arretrato con Brega che in contropiede mette a segno il 3-0 e chiude di fatto l’incontro.

C’è ancora un tempo intero da giocare, ma il divario è ormai incolmabile. L’Atletico Bp è la capolista e non può cedere senza lottare fino all’ultimo pallone. I piacentini lo fanno e meritano gli applausi per l’atteggiamento messo in campo anche nella seconda frazione. Al 61’ il parziale diventa più accettabile: Piccolo è bravo a riprendere una respinta di Casapieri su tiro di Cazzamalli mettendo a segno il 3-1. La partita non è terminata, ma gli ospiti inevitabilmente si scoprono e rischiano anche il 4-1 con Silva che nel tentativo di liberare colpisce la propria traversa per quella che sarebbe stata una punizione eccessiva.

Finisce 3-1 per la Lucchese, un successo meritato che però non macchia lo splendido girone di andata dell’Atletico Bp. Franzini ha concesso ai suoi qualche giorno di vacanza, poi dal 28 di nuovo in campo per preparare al meglio la trasferta sul campo di Castenaso.

LUCCHESE-ATLETICO BP 3-1
Lucchese: Casapieri, Rossi, Angeli, Aliboni, Espeche, Carli, Da Silva (10' st Gatto), Redomi (42' st Conti), Chianese, Brega (30' st Canalini), Chiarabini. A disp. Babbini, Barretta, Del Giudice, Pecchioli. All. Innocenti
Pro Piacenza: Boari, Feher, Pozzi, Rieti (26' st Fulcini), Silva, Colicchio, Matteassi, Cazzamalli, Piccolo, Bignotti (12' st Cambielli), Nicolini (12' st Jakimovski). A disp. Pini, Lombardi, Melegari, Centofanti. All. Franzini
Arbitro: Candeo di Este
Reti: 3' pt Redomi, 30' pt Chianese, 47' Brega, 16' st Piccolo

LE INTERVISTE

FRANZINI: «GIRONE DI ANDATA ECCEZIONALE, INASPETTATO E INCREDIBILE»

Arnaldo Franzini è combattuto: da una parte dispiaciuto per la sconfitta subita a Lucca, la seconda in stagione, dall’altra ovviamente euforico per l’eccezionale girone d’andata disputato dai suoi ragazzi, in cui l’Atletico Bp è riuscito a ottenere risultati ben oltre le attese della vigilia.

«Sappiamo di avere di fronte squadre importantissime - spiega il tecnico dei piacentini - e contro formazioni di questo cabotaggio puoi anche perdere. Onestamente la battuta d’arresto a domicilio della Lucchese non ci permette di recriminare più di tanto, se non per un primo tempo difficile in cui abbiamo preso gol dopo tre minuti e abbiamo mancato il pari solo grazie al salvataggio sulla riga dei nostri avversari. Poi sul 3-0 non c’è stato più niente da fare»

Cosa poteva andare meglio?
«Siamo stati puniti da un errore singolo dopo solo tre minuti, una disattenzione che ha condizionato la nostra gara. Da quel momento i nostri avversari hanno preso fiducia, chiudendosi e ripartendo, sfruttando le caratteristiche che preferiscono. E poi nel recupero della prima frazione è arrivato un altro errore su cui abbiamo subito il 3-0».

Il giudizio di questa prima parte di stagione può essere solamente positivo.
«Direi che è stato un girone di andata eccezionale, inaspettato e incredibile. Ci siamo abituati molto bene, ma non possiamo sbaragliare tutte le avversarie, è naturale anche perdere qualche partita»

Cosa dovete fare per lasciarvi le vostre compagne di viaggio alle spalle ancora a lungo?
«Ci sono tante formazioni di ottimo livello e contro realtà che acquistano giocatori professionisti in estate e anche nel mercato di riparazione diventa difficile restare sempre avanti. Il nostro gruppo è molto valido, ma Pistoiese e Spal hanno caratura di livello assoluto e anche l’obbligo di stare davanti a tutti. Noi per adesso siamo la capolista e faremo il possibile per restare là in alto il più a lungo possibile».
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il mondo della pallavolo piange Osvaldo Tarasconi

  • Piacenza - Un altro angelo biancorosso è volato in cielo, ci lascia Paolo Valdatta

  • Covid19 - I dati di martedì 31 marzo: 27 morti a Piacenza, il totale sale a 543. E' ancora un giorno di dolore

  • Covid19 - I dati di venerdì 27 marzo: 25 morti a Piacenza, il totale sale a 447. Venturi: «Calano i contagi»

  • Maradona, Bruno Conti, Baresi e il Piacenza tutto italiano. Il capitano Settimio Lucci ci racconta 20 anni di carriera

  • De Joannon all’attacco: «Ho dato la mia disponibilità per dare una mano. Da medico voglio combattere il coronavirus»

Torna su
SportPiacenza è in caricamento