Questo sito contribuisce all'audience di

Serie C - Il piano "salva Scudetto" apre uno spiraglio: completare i campionati tra maggio e giugno?

Anche la Lega Pro si interroga sul futuro. Numerosi club sopravvivono grazie ai contributi federali sul minutaggio dei giovani, per questo motivo si tenterà fino all'ultimo di portare a termine la stagione. I playoff però saranno in formato ridotto

Il “Piano salva Scudetto” della Serie A può arrivare in soccorso anche alla Serie C che potrebbe accodarsi per completare i tre Gironi, ovviamente con molti sacrifici e un playoff in formato ridotto.
Certo nessuno è in grado di dire quando si potrà realmente tornare in campo ma la Serie A si è messa come orizzonte temporale sabato 2 maggio. La realtà e la diffusione del Covid-19 non consentono piani “blindati” ma temporalmente potrebbe esserci uno spiraglio, magari tornare in campo a porte chiuse ma comunque tornarci. Per la Serie C non è il massimo però sarebbero salvaguardati tutti quei contributi che le società di terza serie percepiscono facendo giocare i giovani, non concludere il campionato - e quindi non percepire quei contributi - potrebbe essere devastante per molte società. La Lega Pro deve infatti pianificare nelle prossime settimane una massiccia serie di norme straordinarie per le iscrizioni 2020/2021 altrimenti si rischia una vera moria d’iscrizioni. Il 23 marzo è previsto un secondo consiglio Federale della Figc e si avranno indicazioni più chiare.
Nel caso la massima serie tornasse in campo davvero il 2 maggio - e chiaramente solamente Governo e comunità scientifica potranno dire se non ci saranno più pericoli - allora lo potrebbe fare anche la Serie C che ha un vantaggio, cioè il fatto di non dover fare i conti con l’imminente Europeo o la Coppe, e uno svantaggio, cioè un impianto playoff infinitamente lungo: 28 squadre, 10 partite, un mese di tempo. Quest’ultimo andrà profondamente rivisto nei suoi meccanismi.
E il campionato? Da recuperare ci sono 12 turni per i Gironi A e B (per alcune, tra cui il Piacenza, sono 13 perché sono state le prime a subire la sospensione del 23 febbraio), mentre il Girone C ne avrebbe 8 da disputare. Un programma fittissimo con ritmo serrato, a maggio si potrebbero giocare 9 gare tra weekend e turni infrasettimanali, si sconfinerebbe nella prima metà di giugno per poi chiudere i playoff nella seconda metà del mese. E’ un modo per poter salvare la stagione ma tutto dipenderà da come si evolverà l’epidemia del Coronavirus.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid19 - I dati di martedì 31 marzo: 27 morti a Piacenza, il totale sale a 543. E' ancora un giorno di dolore

  • Dal catrame di Centocelle a Zidane. «Il più forte che ho visto. E quanto menava Cleto in allenamento». La vita di Daniele Moretti

  • Maradona, Bruno Conti, Baresi e il Piacenza tutto italiano. Il capitano Settimio Lucci ci racconta 20 anni di carriera

  • De Joannon all’attacco: «Ho dato la mia disponibilità per dare una mano. Da medico voglio combattere il coronavirus»

  • Calcio Dilettanti e Podenzano in lutto: ci lascia Abele Boselli. «E' la storia che se ne va»

  • Magnacavallo, primario del Pronto Soccorso: «Vediamo una diminuzione degli accessi, la situazione inizia a essere più gestibile»

Torna su
SportPiacenza è in caricamento