Questo sito contribuisce all'audience di

Pro Piacenza - La società convince 12 ragazzi delle giovanili, ma rimane il problema di dove giocare

L'11 gennaio scatta lo svincolo di autorità per chi ne aveva fatto richiesta, al Siboni il tecnico Maspero guida una pattuglia di giovani tolti dalla Berretti che sabato non potrà giocare. Rimane però la grana stadio, se il Pro non paga il Piacenza chiude il Garilli

CHI VA
Venerdì 11 gennaio scatteranno invece gli svincoli d’autorità per Zaccagno, Quaini, Marchesi, Kalombo, Nolè, Scardina, Maldini, Urso, Zanchi, Mangraviti e Pasqualoni, Remedi andrà all’Arezzo e Nava è vicino al Rimini. Ci sarebbero poi tutti i ragazzi delle giovanili che si stanno allenando da altre parti con il nulla osta e che, in teoria, sarebbero tutti ancora tesserati con il Pro Piacenza a meno che la società non venga radiata il 20 gennaio e allora, a questo punto, i giocatori sarebbero definitivamente liberi.

GRANA STADIO
C’è infine il problema stadio. Difficile dire cosa farà il Piacenza, in attesa del saldo della partita contro l’Arezzo di inizio dicembre e che, secondo gli accordi presi ormai due mesi fa, dovrebbe ricevere entro la prossima settimana il saldo delle due prossime gare interne con Alessandria e Olbia. Per il Pro si tratta di un pagamento di circa 20mila euro, sennò i cancelli rimangono chiusi, e come avevamo ampiamente detto tempo fa e ieri la soluzione Santarcangelo non è praticabile.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • LIVE Trapani-Piacenza 2-0: Siciliani in B, grande delusione per i biancorossi

  • Serie C - Ecco le possibili composizioni dei Gironi A, B e C per la stagione 2019/2020

  • Marco Gatti: «Trapani superiore ma via questi politicanti dal calcio. E' uno scandalo ciò che ci hanno fatto»

  • Calciomercato - Piacenza, per il dopo Ferrari c'è un tris di nomi: Brunori, Morra e Gliozzi

  • Piacenza - Il dg Marco Scianò: «Soci più uniti che mai. Ripartiamo con l'ambizione di stare al vertice»

  • Piacenza - Ci siamo, Franzini indica la rotta: «Con coraggio e testa: prendiamoci la Serie B»

Torna su
SportPiacenza è in caricamento