Questo sito contribuisce all'audience di

Pro Piacenza - Duro attacco del Crema: «Tutto pronto per la fusione, ma Burzoni ha cambiato idea all'ultimo»

La società conferma che la trattativa per la fusione con i rossoneri e per acquisirne il titolo sportivo era delineata: «Avevamo onorato tutti gli impegni ma c'è stato un improvviso cambio di rotta della proprietà rossonera»

Alberto Burzoni

Durissimo comunicato stampa della società Ac Crema (Serie D), che conferma la trattativa per la fusione con il Pro Piacenza di cui avevamo parlato ieri ma, con una nota stampa, chiarisce come questa sia saltata nella mattina di oggi per un “improvviso cambio di rotta” del presidente Alberto Burzoni.

Questo il testo integrale della società Ac Crema:

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“In merito al progetto di acquisizione da parte dell’AC Crema 1908 Asd dei diritti di proprietà dell’Associazione Sportiva Pro Piacenza 1919 ai fini della partecipazione al Campionato di Serie C, il presidente Enrico Zucchi specifica: «C’è stata una trattativa che si è svolta in un clima di trasparenza e assoluta franchezza. Nei giorni scorsi, così come previsto nel testo della proposta d’acquisto, abbiamo onorato con serenità gli impegni previsti; l’AC Crema 1908 ha anche garantito la fideiussione richiesta dalle norme. Abbiamo agito alla luce del sole anche con la Lega di Serie C e con la FIGC per rappresentare gli elementi di eccezionalità che ritenevamo essere il presupposto dell’atto che avrebbe potuto far rivivere il calcio professionistico a Crema. Ma oggi, a qualche ora dall’atto, c’è stato un imprevedibile ripensamento da parte dell’amministratore e socio unico del Pro Piacenza, Burzoni Alberto, che sorprendendoci ha cambiato idea disattendendo quanto concordato. Ne prendiamo atto e continuiamo nel percorso intrapreso quattro anni fa».
«Abbiamo fatto tutto quello che dovevamo fare e non abbiamo rimpianti» conclude Zucchi. «Abbiamo lavorato per cogliere questa importante opportunità coerentemente con le premesse di un progetto sportivo e sociale che da sempre individua come meta naturale l’approdo al mondo del calcio professionistico».”

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid19 - I dati di mercoledì 8 aprile: 11 deceduti. Venturi: «Piacenza quasi fuori, i contagi crescono dell'1%»

  • Dal catrame di Centocelle a Zidane. «Il più forte che ho visto. E quanto menava Cleto in allenamento». La vita di Daniele Moretti

  • La Lega Pro si interroga sul futuro. Monza, Vicenza e Reggina in B? Si studia una Serie C Elite

  • «Stroppa il migliore per distacco. Piacenza-Foggia 5-4? Inno al calcio». Roberto Gregori ci racconta il suo biancorosso.

  • Piacenza - Franzini lascia o no? Il tecnico non chiude la porta. Sarà decisivo l’incontro con Marco Gatti e Scianò

  • La toccante lettera della schermitrice Matilde Burgazzi in ricordo del papà Massimo, scomparso per il coronavirus

Torna su
SportPiacenza è in caricamento