Questo sito contribuisce all'audience di

Ora è ufficiale, termina oggi 19 giugno 2019 la storia del Pro Piacenza. Il Tribunale dichiara il club «fallito»

Il Tribunale Fallimentare di Piacenza scrive la parola fine su questa triste vicenda. «Stato passivo che supera i 2milioni di euro a fronte dei 662mila euro indicati nell'elenco». Maurizio Pannella non presenta nemmeno il piano concordatario

Maurizio Pannella

Si chiude oggi, 19 giugno 2019, la centenaria storia del Pro Piacenza, piccolo club della città che ha sempre militato nei Dilettanti, che ha raggiunto i professionisti 5 anni fa e dove ha sempre militato in modo dignitoso fino all’avvento, la scorsa estate, della proprietà romana firmata Maurizio Pannella e Sèleco. Le vicende dei rossoneri, culminate con le tre partite non disputate, la sospensione e poi la radiazione dopo il vergognoso 20 a 0 in Cuneo-Pro - con i rossoneri che schierarono in campo 6 ragazzini e un massaggiatore - sono ormai note a tutti, oggi si è scritto solamente l’ultimo e definitivo capitolo.

Come avevamo anticipato la scorsa settimana era prevista per questi giorni la sentenza di fallimento del Pro Piacenza, che è arrivata proprio in queste ore. “Il Tribunale Fallimentare di Piacenza - si legge - ascoltata la relazione del Giudice Delegato ed esaminati gli atti - ritiene di emettere sentenza dichiarativa di fallimento, nomina il curatore Fabrizio Maiocchi e fissa l’adunanza in cui si procederà per l’esame dello stato passivo nella data del 23 ottobre 2019 alle ore 19.15”.

Si chiude qui dunque la storia del Pro Piacenza e negli atti emerge tutta la drammaticità sportiva della gestione Pannella. I Giudici del Tribunale, infatti, evidenziano come il Commissario Giudiziale abbia individuato in 2milioni e 162 mila euro la consistenza attuale del passivo, “cifra ben superiore - si legge nel dispositivo -  al passivo indicato dalla società con l’elenco dei creditori in sede di preconcordato (662mila euro)”.
Si evidenza inoltre una perdita di esercizio costante nel tempo (96mila euro nel 2017, 213mila euro nel 2016, 41mila euro nel 2015) che sono un segno chiaro che la società non è più strutturalmente in grado di produrre utili fermo restando che risulta radiata dai campionati Figc e quindi impossibilitata a giocare campionati di calcio.

E in tutto questo l’ex proprietario Maurizio Pannella dove si trova? Non si è più fatto vedere, certamente nel dispositivo del Tribunale emerge lo scarso interesse dell’imprenditore romano per tutta la vicenda: “Il Tribunale ha dichiarato la inammissibilità della proposta di concordato per mancato deposito del piano concordatario entro il termine assegnato”. In parole povere Pannella nemmeno il piano concordatario ha presentato. Si chiude la storia del Pro Piacenza dopo 99 anni, il 100esimo anno è meglio scordarlo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dilettanti - I risultati della domenica. Stop Nibbiano e Castellana, derby alla Pontenurese. Bobbiese ok, San Corrado in vetta

  • Piacenza-Arzignano: 0-0, biancorossi fantasmi e piovono fischi

  • Mister Mazza sfonda quota 1000: «Zeman, Sacchi e quando giocai con cinque punte»

  • Fermana-Piacenza 1-1: Cattaneo risponde a Bacio Terracino, altro pareggio per i biancorossi

  • Pergreffi: «Diamo tutto per questa maglia». Franzini: «E' un momento difficile ma non siamo in crisi»

  • Piacenza - Matteassi: «Tutti abbiamo delle colpe, l'errore è stato creare aspettative troppe alte»

Torna su
SportPiacenza è in caricamento