Questo sito contribuisce all'audience di

Verso Trapani-Piacenza: i siciliani sono una corazzata in casa e i biancorossi amano proprio queste partite

La squadra di Italiano fa del possesso palla e della sincronia tra i reparti le sue armi migliori ma dovrà rinunciare al difensore Scognamillo. Il Piacenza è a suo agio quando deve difendersi e ripartire, i migliori risultati degli emiliani sono venuti proprio in trasferta

Il Piacenza durante l'allenamento di oggi (foto piacenzacalcio.it)

Mitsu Spacestar-3Allenamenti a porte chiuse, tutta la rosa a disposizione e una granitica convinzione: il Trapani è un carro armato tra le mura di casa con 16 vittorie, 2 pareggi e una sola sconfitta in stagione tra campionato e playoff ma il Piacenza è una “macchina” da trasferta. Le condizioni sono le stessa della gara contro l'Imolese vinta 0-2 dai biancorossi.
La partita si giocherà tutta qui, lo ha detto anche Franzini sabato nel post gara: «I valori e le impostazioni sono queste, l’avete visto». Tradotto: i siciliani giocano compatti e amano tenere il possesso del pallone ma gli emiliani si trovano a proprio agio in questa situazione perché solidi in difesa e bravi a soffocare la manovra avversaria però servirà maggior precisione nelle ripartenze.

3-5-2 O 4-3-3?
Difficile capire come Franzini intenderà scardinare il bunker del Trapani. La squadra di Italiano si è fatta apprezzare per palleggio e sincronia dell’intero undici in campo, il tecnico di Vernasca cercherà una partita attenta in difesa - e qui i siciliani hanno fatto pochissimo al Garilli - ma dovrà far meglio nelle ripartenze. Con il 4-3-3 si andranno a sfruttare le corsie esterne dove il Trapani gioca molto alto, con il 3-5-2 si andrebbe a prediligere la compatezza della retroguardia sviluppando la manovra per vie centrali. Franzini ha tutta la rosa a disposizione: può giocare con la difesa a tre con Della Latta sulla linea di Pergreffi e Bertoncini, a centrocampo ci sarebbero Marotta, Nicco e Corradi, sulle corsie Barlocco e Di Molfetta (o Corsinelli) e davanti Ferrari. In appoggio al Loco uno tra Corazza, Sestu e Terrani. Con il 4-3-3 sarebbe il Piacenza di sabato, l’unica variante è Nicco a centrocampo (al posto di Marotta) e Bertoncini dietro. Particolare attenzione ai cambi nel corso della partita: in caso di pareggio (con qualunque risultato) dopo i supplementari ci saranno i rigori e il Piacenza dovrà gestire anche questo fattore. Ferrari, Terrani, Corazza, Sestu, Corradi e Silva sono i principali cecchini dagli 11 metri.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

ASSENZE
Il Trapani sta meglio rispetto alla gara di andata, Ramos e Toscano sono rientrati in gruppo e come detto da Italiano sabato dopo il match di andata: «Uno dei due lo recuperiamo». Probabile che si siano tutti e due, Ramos in difesa e Toscano a centrocampo. Rientra anche Aloi dalla squalifica sempre a centrocampo e insieme a Corapi andranno a formare il trio in mediana. Taugourdeau potrebbe tornare al centro della difesa dove i siciliani pagano però un’assenza pesante, quella di Scognamillo (squalificato), al suo posto probabile Da Silva. Nessuno problema nel reparto avanzato con il tridente standard: Tulli e Ferretti a supporto di Nzola.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • «A settembre potrebbero ripartire i tornei del settore giovanile». E a ore la Figc ufficializza il nuovo protocollo per gli allenamenti

  • Fallimento Pro Piacenza - Il Tribunale mette in vendita beni mobili per 54mila euro

  • Si chiude l’era Gatti. Marco e Stefano escono dalla società, il presidente sarà Roberto Pighi

  • Piacenza - La cura dimagrante delle "rescissioni" permette di poter giocare almeno i playoff

  • Serie C - Il Piacenza trova l'accordo con Paponi, nei prossimi giorni arriverà la rescissione

  • Otto anni, due promozioni, la B sfiorata nel Centenario. La famiglia Gatti ha lasciato un segno importante sul Piacenza

Torna su
SportPiacenza è in caricamento