Questo sito contribuisce all'audience di

Piacenza - Un pareggio che è un passo indietro. Sestu brilla ma il resto è privo di idee

Bene la difesa con Milesi, Pergreffi e Borri che reggono l'impatto contro il miglior attacco del Girone B.

Foto Trongone

Nuova Asx Tagliaferri-4Del Favero 6: non è mai chiamato in causa per interventi impegnativi, però su uscite e ordinaria amministrazione è impeccabile.

Della Latta 6,5: gioca con la fascia di capitano al braccio e dimostra di sentirne la responsabilità. In difesa è attento nelle chiusure, qualcuna tra l’altro provvidenziale. Poi è sempre utile nelle sue iniziative palla al piede dalla difesa, anche se a volte rischia troppo.

Borri 6: nel primo tempo liscia un pallone che per fortuna Magrassi butta malamente tra le braccia di Del Favero. Poi però non sbaglia più niente e si fa vedere anche in area avversaria con un paio di colpi di testa fuori misura.

Milesi 6: fa il suo e riesce a contenere un attacco che prima della gara contro il Piacenza era il più prolifico del girone.

Zappella 5,5: nella prima parte di gara lo si vede abbastanza, pur senza grandi acuti. Nella ripresa non spinge più e commette un paio di errori.

Corradi 6: inizia male, con un paio di traversoni sballati. Poi però comincia a salire di tono, tocca molti palloni, allarga bene il gioco ed è uno di quelli che ci prova di più. Anche lui rientrava da uno stop per infortunio, quindi gli si concede una brillantezza non al top.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dilettanti - I risultati della domenica. Stop Nibbiano e Castellana, derby alla Pontenurese. Bobbiese ok, San Corrado in vetta

  • Mister Mazza sfonda quota 1000: «Zeman, Sacchi e quando giocai con cinque punte»

  • Piacenza-Arzignano: 0-0, biancorossi fantasmi e piovono fischi

  • Fermana-Piacenza 1-1: Cattaneo risponde a Bacio Terracino, altro pareggio per i biancorossi

  • Pergreffi: «Diamo tutto per questa maglia». Franzini: «E' un momento difficile ma non siamo in crisi»

  • Piacenza - Matteassi: «Tutti abbiamo delle colpe, l'errore è stato creare aspettative troppe alte»

Torna su
SportPiacenza è in caricamento