Questo sito contribuisce all'audience di

Piacenza - Matteassi: «Bene così, dobbiamo incassare punti». Pagelle: Paponi fa 10, ok Corradi e Sylla

Il direttore sportivo sul mercato: «La classifica è corta. Basta fare un filotto di vittorie per essere nelle prime due o tre. Quindi, ripeto: dobbiamo battere l’Imolese e poi finire bene il girone d’andata, poi vedremo il da farsi»

Mazda Cx3 copia-3In casa Piacenza si incassa di buon grado la seconda vittoria consecutiva. Adesso l’obiettivo è sfruttare un calendario favorevole per poi fare un bilancio alla sosta: «Dobbiamo cercare di fare più punti possibili ed essere già con la testa alla prossima gara con l’Imolese, che per noi è fondamentale», dice il direttore sportivo Luca Matteassi al termine della partita vinta contro il Fano, «poi, una volta arrivati al giro di boa, capiremo se intervenire sul mercato e come farlo». Il messaggio è cristallino: se il Piacenza dovesse riuscire ad accorciare la distanza sulle prime, allora la società interverrà sul mercato senza lesinare gli sforzi come ha sempre fatto. Il discorso poi scivola via sulla partita contro il Fano, un successo meritato anche se la squadra ha avuto un paio di black out pericolosi: «Sull’1-0 ci siamo abbassati troppo e abbiamo subito un po’ l’iniziativa del Fano, pur senza rischiare più di tanto. Poi c’è stato l’episodio dell’espulsione di Ricciardi che ha messo la partita in discesa fino all’1-3, quando abbiamo avuto un secondo calo d’attenzione che ci è costato il 2-3. Sono cose che non dovremmo fare». L’ingresso di Sylla al posto di Cattaneo ha dato una grossa mano al Piacenza: «Franzini ha sostituito Cattaneo, ma non è una bocciatura. Solo una scelta tattica. Ha messo Sylla per sfruttare di più l’ampiezza e arrivare sul fondo con le mezzali. Lui è entrato bene e ha dato tutto per le squadra. Gli è mancato solo il gol? Sì, ma ha messo in campo tutto quello che aveva e siamo contenti».

Intanto, il secondo successo consecutivo permette ai biancorossi di rimanere agganciati alle avversarie e di portare a soli tre punti il distacco dal Padova: «La classifica è corta. Basta fare un filotto di vittorie per essere nelle prime due o tre. Quindi, ripeto: dobbiamo battere l’Imolese e poi finire bene il girone d’andata, poi vedremo il da farsi». E a proposito di Imolese, il Piacenza dovrebbe recuperare qualche pedina di peso: «Al momento speriamo di riavere Sestu. Vedremo cosa ci diranno gli esami di controllo. Mentre per Cacia, che ha accusato l’infortunio durante la scorsa settimana, dobbiamo ancora capire bene l’entità».

Le pagelle

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dilettanti - Tutti i risultati della domenica. Sorride l'Agazzanese, ok Pontenurese, Gotico e Alsenese

  • Sassaiola, spranghe di ferro e lacrimogeni: agguato dei tifosi Reggiani ai piacentini in Tangenziale

  • Reggiana-Piacenza 2-2, i biancorossi rimontano due reti con Paponi e Della Latta

  • Piacenza - Desideri ed esigenze del calciomercato. Cacia e Giandonato in partenza? Il sogno è Brunori

  • E' di tre agenti feriti il bilancio dell'agguato dei reggiani contro i piacentini. Il questore: «Saremo inflessibili»

  • Un Piacenza tutto cuore va sotto nel derby ma rimonta la Reggiana (2-2) con i gol di Paponi e Della Latta

Torna su
SportPiacenza è in caricamento