Questo sito contribuisce all'audience di

Piacenza - Il saluto di Marco Gatti: «Sono stati anni intensi. Peccato l'aver solo accarezzato la Serie B»

Il presidente si è congedato nella conferenza stampa di questa mattina ma rimane come sponsor. «Ci saremo per dare il nostro contributo, ci fidiamo di Pighi». E sul caso Cacia: «E' vero, ha influito sulla mia decisione. Pensavamo di aver raggiunto una credibilità maggiore di un calciatore».

Marco Gatti nella sua ultima conferenza stampa allo stadio Garilli (foto Trongone)

datei_s-6Poteva essere diverso il saluto della famiglia Gatti al Piacenza Calcio, raccolto 8 anni fa nell’ormai lontano giugno 2012 dopo il fallimento e rimesso in sesto portandolo fin sulle soglie della Serie B nella passata stagione. Il Coronavirus però ha cambiato le nostre usanze e così, gioco forza, le nuove regole hanno consegnato una conferenza stampa un po’ freddina: tutti distanziati, nessuna stretta di mano, misuratore della febbre all’ingresso, mascherine e gel igienizzante ovunque; meglio di nulla visto che erano tre mesi e mezzo che non si metteva piede nella pancia del Garilli. Da sotto la mascherina intuiamo sorrisi, c’è il nuovo proprietario e presidente Roberto Pighi, c’è ovviamente Marco Gatti che vive una macedonia di emozioni e appare più rilassato dopo le firme dal notaio avvenute venerdì pomeriggio. Manca il regista, Stefano Gatti, lui è alle prese con la battaglia più difficile di tutte, che è uno dei motivi che hanno contribuito al cambio di equilibri in via Gorra. C’è il nuovo direttore sportivo Simone Di Battista, ci sono infine alcuni tifosi fuori dalla Tribuna (si è svolto tutto secondo le regole) che hanno semplicemente voluto portare un saluto, di persona.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

IL CUORE RIMANE BIANCOROSSO
Gatti se ne va dalla compagine societaria ma rimane come sponsor per i prossimi anni e questo è un segnale che non deve passare inosservato: Marco non è più presidente, non è più socio, però l’impegno per sostenere il Piacenza rimane: «Finché ci sarà Pighi daremo il nostro contributo - ha detto - perché è una persona di cui ci fidiamo ciecamente». Da sottolineare anche il grande sforzo economico per chiudere il bilancio di un’annata sfasciata dal lockdown: i conti lasciati sono perfetti.
«Lasciamo una società pulita - ha proseguito Marco Gatti - senza debiti e nel segno della continuità. Ringrazio tutti quelli che ci hanno accompagnato dall’inizio, i dirigenti, gli sponsor, gli allenatori, un particolare ringraziamento a mister Franzini che è anche un amico». La voce di Marco si rompe, prevale un sentimento di commozione, poi riprende. «Adesso contribuiremo per tre anni come sponsor ma il nostro appoggio andrà avanti finché ci sarà Roberto».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il sequestro del padre, la vita da imprenditore e il progetto Piacenza. Roberto Pighi si racconta: «La pandemia mi ha cambiato»

  • Serie C Playoff 2020 - Risultati primo turno, qualificate e gli accoppiamenti della seconda fase

  • Serie C - Vigilia di playoff: il tabellone completo con tutte le partite

  • Calciomercato Dilettanti - Riconferme per Agazzanese e Castellana. La Bobbiese fa spesa: ok per bomber Franchi

  • Piacenza - C'è l'accordo su tutto, inizia l'avventura di Vincenzo Manzo sulla panchina dei biancorossi

  • Piacenza - Ecco Vincenzo Manzo: «Lavoriamo con fame e determinazione, i risultati arriveranno»

Torna su
SportPiacenza è in caricamento