Questo sito contribuisce all'audience di

Piacenza - Franzini: «Sentiamo la carica del pubblico, sappiamo come colpirli». Sestu c'è

Il tecnico loda il Trapani: «Hanno il miglior palleggio della Serie C, qualità da vendere e sono fortissimi ma noi abbiamo le nostre armi». Nicco e Porcari recuperano ma difficilmente partiranno dall'inizio. Biancorossi con il 4-3-3

Arnaldo Franzini

Mitsu Spacestar-3Siamo ancora lì, questa volta i minuti di passione saranno 180’ con tutto ciò che ne comporta a differenza di un mese fa a Siena, quando tra i biancorossi e la Serie B la distanza era solo di 90’. Una finale andata e ritorno non si vede nel calcio da metà anni 90 e attenzione a non sottovalutare questo aspetto: la doppia sfida tra Piacenza e Trapani andrà giocata prima di tutto con la testa perché i guantoni si incroceranno al Garilli sabato sera (ore 20.30) e poi ancora al Provinciale in Sicilia sabato prossimo. Ci sarà da gestire la fatica, il caldo, lo stress e soprattutto gli ammoniti: con due “gialli” si salta un turno e entrambe le squadre hanno giocatori importanti in diffida.

SETTIMANA LUNGA
A Piacenza si attende il pubblico delle grandi occasioni, la prevendita giovedì sera ha sfiorato quota 5mila, l’obiettivo è portare 10mila spettatori e il clou dei tagliandi staccati arriverà tra oggi e domani. Trapani: in Sicilia a tenere banco in settimana è stata la vicenda della messa in mora del club da parte dei giocatori. Il fatto è senza dubbio rilevante ma non va ingigantita all’eccesso: mancano alcuni stipendi di marzo e per quelli di aprile c’è tempo fino a fine giugno. I rischi sono due: far mollare la tensione tra i biancorossi e inviperire il clima della prossima settimana a Trapani. Meglio guardare in casa Piacenza, da questo punto di vista Siena deve insegnare.

FRANZINI
«Affrontiamo una squadra fortissima, il Trapani è la formazione con il miglior palleggio in Serie C e non potremo toglierglielo del tutto, dovremo essere bravi a limitarlo e colpirli sui loro punti deboli». Inquadra così la sfida di sabato Arnaldo Franzini, che fa spallucce sulle vicende societarie che hanno colpito il club siciliano - «pensiamo a noi stessi e alla partita» - e rivolge un pensiero al pubblico: «Avremo bisogno della nostra gente, è bellissimo sapere che a ogni partita ci sono sempre più spettatori, per noi è una spinta pazzesca». Il mister di Vernasca non scopre le carte più di tanto. «Entrambi arriviamo a questo appuntamento con qualche problema di formazione ma è naturale, sono ormai 11 mesi che si spinge forte, sicuramente sabato non si deciderà nulla perché si gioca sui 180’ ma questo non vuol dire che speculeremo sull’avversario. Dobbiamo vincere per colmare il gap della partita di ritorno, loro avranno il vantaggio di giocare sul proprio campo».

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • LIVE Trapani-Piacenza 2-0: Siciliani in B, grande delusione per i biancorossi

  • Serie C - Ecco le possibili composizioni dei Gironi A, B e C per la stagione 2019/2020

  • Marco Gatti: «Trapani superiore ma via questi politicanti dal calcio. E' uno scandalo ciò che ci hanno fatto»

  • Calciomercato - Piacenza, per il dopo Ferrari c'è un tris di nomi: Brunori, Morra e Gliozzi

  • Piacenza - Il dg Marco Scianò: «Soci più uniti che mai. Ripartiamo con l'ambizione di stare al vertice»

  • Piacenza - Ci siamo, Franzini indica la rotta: «Con coraggio e testa: prendiamoci la Serie B»

Torna su
SportPiacenza è in caricamento