Questo sito contribuisce all'audience di

Piacenza - Desideri ed esigenze del calciomercato. Cacia e Giandonato in partenza? Il sogno è Brunori

Il primo nodo da sciogliere è la programmazione. Esistono tre correnti di pensiero in società: Stefano Gatti vuole rimanere fermo, Marco Gatti vendere per poi comprare e Pighi rinforzarsi a prescindere. Tra gli obiettivi anche Ceter, Di Piazza la suggestione

Il presidente Marco Gatti, presente sugli spalti di Reggio Emilia dopo tre domeniche di assenza (foto Trongone)

Mazda Cx3 copia-3Bocciata dopo due anni la scelta della Lega di mandare in campo la Serie C il giorno di Santo Stefano e alla vigilia di Capodanno, si torna a parlare di calciomercato con qualche settimana di anticipo. I battenti apriranno il 2 gennaio (chiusura il 31) ma alla pausa di Natale mancano solamente tre tappe per il Piacenza: Rimini, giro di boa a Bolzano il 15 e prima di ritorno il 22 al Garilli contro l’Arzignano, dopodiché pausa fino al 12 gennaio (si riparte nel 2020 con Modena-Piacenza).
I dirigenti biancorossi, dopo alcuni giorni di stallo - dovuti più che altro all’allontanamento volontario dei Gatti e alle ricorrenti voci di un disimpegno a fine stagione - sono tornati a lavorare sotto traccia grazie soprattutto alle schiarite arrivate dal cda della scorsa settimana: molto dipenderà dalla situazione in cui la squadra girerà alla boa del campionato. La corsa al primo posto al momento è da dimenticare, il Vicenza scappa forte, vero che il campionato si decide tutto tra marzo e aprile però gli 11 punti di distanza a oggi non sembrano recuperabili, questo non vuol dire che la società non punti a rinforzarsi a gennaio.

Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Caricamento in corso...
Caricamento dello spot...

PROGRAMMAZIONE
Non è però tutto scontato in via Gorra, come detto il cda della scorsa settimana ha portato il sereno ma esistono tre diverse correnti di pensiero in società, a partire da Stefano Gatti che non sembra intenzionato a muoversi sul mercato mentre Marco Gatti qualcosa vorrebbe fare in base alle partenze e Roberto Pighi è invece più propenso nel rafforzare la squadra a prescindere. Questo sarà il primo nodo da sciogliere perché cercare di rinforzarsi con ingaggi di 6 mesi fino a giugno è difficile. Nei giorni scorsi sono suonate le sirene della Serie B per Pergreffi e Milesi, i due centrali biancorossi fanno gola a molti club ma è da escludere una loro cessione e non sono arrivate offerte formali.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dilettanti - I risultati della domenica. Giornataccia per le piacentine: solo un pari per Nibbiano e Castellana

  • Piacenza-Triestina: 1-2, gli alabardati sbancano il Garilli con la doppietta di Maracchi

  • Piacenza troppo timido sul calciomercato: le rivali comprano, progettano, rilanciano o rinforzano. L'editoriale

  • «La retrocessione in B del Piacenza nel 1994? Non fu colpa del Milan». Galliani fra calcio, ricordi e...Hristo Zlatanov

  • Piacenza - Le Pagelle: Polidori e Corradi sprecano, Bolis mai in partita. Paponi fa 13

  • Serie D - Il Fiorenzuola firma un'altra impresa: rimonta la Sammaurese e poi mette la freccia

Torna su
SportPiacenza è in caricamento