Questo sito contribuisce all'audience di

Piacenza, tre passi in paradiso: centrifuga la Cremonese e si prende il derby del Po. FOTO e VIDEO

I biancorossi vincono 3-0 la sfida eterna contro i rivali di sempre e bissano il successo dell'andata. Prova tutto cuore dei ragazzi di Franzini. Apre un immenso Pergreffi e poi la doppietta di Romero fa esplodere i 5mila del Garilli

La gioia dei biancorossi davanti ai 5mila del Garilli (foto Trongone))

Passano i tempi, passano mode e generazioni, ma il derby del Po mantiene immutato il suo fascino nel corso dei decenni. La 75esima edizione dell’eterna sfida tra i due principali campanili del grande fiume va al Piacenza di Franzini che centrifuga per 90’ la squadra di Tesser e si prende per la quarta volta la storica doppietta - ultima volta con Iachini nel 2005/2006 - (stra)vincendo andata e ritorno. Godono i 5mila presenti al Garilli per l’appuntamento clou dell’anno, gode Franzini che in un colpo solo ritrova fiducia, gioco e gol. Già, proprio i gol sono lo spartiacque di una partita in cui la Cremonese prima si infrange davanti alle monumentali prove dei tre pretoriani Abbate, Silva e Pergreffi, poi va in crisi e soffre enormemente tutto il centrocampo: il dinamismo di Saber, la corsa di Di Cecco e la regia di Taugourdeau e, infine, crolla sotto la rete di Pergreffi e la doppietta di Romero. Nota a parte la merita il capitano Matteassi; a fine stagione smetterà di giocare - per lui pronta la scrivania da direttore sportivo - ma incarna il Piacenza come non mai. E’ sua la “cazzimma” con cui si vincono partite del genere e il pubblico - fantastico il tifo e la presenza dei ragazzi della Nord - gli attribuisce una giusta standing ovation prima della fine.