Questo sito contribuisce all'audience di

Piacenza, tre passi in paradiso: centrifuga la Cremonese e si prende il derby del Po. FOTO e VIDEO

I biancorossi vincono 3-0 la sfida eterna contro i rivali di sempre e bissano il successo dell'andata. Prova tutto cuore dei ragazzi di Franzini. Apre un immenso Pergreffi e poi la doppietta di Romero fa esplodere i 5mila del Garilli

La gioia dei biancorossi davanti ai 5mila del Garilli (foto Trongone))

Passano i tempi, passano mode e generazioni, ma il derby del Po mantiene immutato il suo fascino nel corso dei decenni. La 75esima edizione dell’eterna sfida tra i due principali campanili del grande fiume va al Piacenza di Franzini che centrifuga per 90’ la squadra di Tesser e si prende per la quarta volta la storica doppietta - ultima volta con Iachini nel 2005/2006 - (stra)vincendo andata e ritorno. Godono i 5mila presenti al Garilli per l’appuntamento clou dell’anno, gode Franzini che in un colpo solo ritrova fiducia, gioco e gol. Già, proprio i gol sono lo spartiacque di una partita in cui la Cremonese prima si infrange davanti alle monumentali prove dei tre pretoriani Abbate, Silva e Pergreffi, poi va in crisi e soffre enormemente tutto il centrocampo: il dinamismo di Saber, la corsa di Di Cecco e la regia di Taugourdeau e, infine, crolla sotto la rete di Pergreffi e la doppietta di Romero. Nota a parte la merita il capitano Matteassi; a fine stagione smetterà di giocare - per lui pronta la scrivania da direttore sportivo - ma incarna il Piacenza come non mai. E’ sua la “cazzimma” con cui si vincono partite del genere e il pubblico - fantastico il tifo e la presenza dei ragazzi della Nord - gli attribuisce una giusta standing ovation prima della fine.

GARA BLOCCATA - Franzini e Tesser confermano le previsioni della vigilia, il Piacenza se la gioca col 3-5-2 con Matteassi interno e Franchi in appoggio a Romero, gli avversari sono col classico 4-3-1-2 dove Perrulli agisce dietro a Stanco e Brighenti. Chi non rispetta le previsioni è il pubblico, bollente il clima che si respira al Garilli con 5mila persone assiepate sugli spalti. La Cremonese parte forte e preme, il Piacenza regge e prova a uscire palla al piede; dopo 13’ biancorossi vicini al vantaggio con la punizione di Taugourdeau che Ravaglia devia sulla traversa. La Cremonese scende subito di giri e il Piacenza costruisce le cose migliori sulla destra: Di Cecco si beve mezza difesa e libera Matteassi a centro area ma la conclusione si stampa sul muro grigiorosso. Gli emiliani (33’) protestano per un sospetto tocco di mano in area ospite, in campo ci sono scintille tra Matteassi e Perulli mentre sugli spalti i decibel aumentano spaventosamente.

Attendere un istante: stiamo caricando il video...
Attendere un istante: stiamo caricando il video...

Allegati

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (1)

  • forza Piace

Notizie di oggi

  • Volley A1 maschile

    Il sogno europeo si spegne al tie break: Lpr superata da Ravenna

  • Volley A1 maschile

    Giuliani: «Abbiamo perso il treno che è passato nel quarto set». Pagelle e VIDEO

  • Lega Pro

    Lega Pro A - Tabellini e highlight VIDEO della 36a giornata. Cremonese e Alessandria: che volata

  • Dilettanti

    Il presidente Emilio Tramelli: «La Castellana è tornata dove merita di stare»

I più letti della settimana

  • Dilettanti - Tutti i risultati della domenica. La Castellana vola in Promozione. Gotico retrocesso

  • Lega Pro A - Risultati e classifica della 36a giornata. La Cremonese va, l'Alessandria rimane in scia

  • Piacenza-Livorno 0-0, buon punto per i biancorossi

  • Giana Erminio-Pro Piacenza: 1-2, decidono le reti di Pesenti e Musetti

  • Piacenza - Franzini: «Non eravamo al cento per cento». Le pagelle

  • Piacenza: l'obiettivo è difendersi dagli assalti di Viterbese e Como. Pro: lo sprint finale può non bastare

Torna su
SportPiacenza è in caricamento