Questo sito contribuisce all'audience di

Piacenza - Franzini: «E' colpa mia, i ragazzi hanno dato tutto». Pagelle e VIDEO

Il tecnico in sala stampa fa da scudo alla squadra. «Viviamo un momento non brillante, dobbiamo uscirne velocemente perché il campionato non aspetta». Il presidente Gatti sbotta: «Siamo stati inguardabili, facciamo diventare fenomeni dei ragazzini».

Arnaldo Franzini

Il post partita è caratterizzato da facce scure in casa Piacenza. La squadra è stata fischiata dai tifosi al termine del pareggio con l’Albissola, il terzo consecutivo. Ma l’allenatore biancorosso, Arnaldo Franzini, fa da scudo ai suoi ragazzi: «Il responsabile della situazione sono io. Veniamo da una serie di pareggi con prestazioni non brillantissime, questo lo vediamo, però credo che i giocatori abbiano dato il massimo. Ripeto, la responsabilità di questa serie di pareggi è esclusivamente mia che devo cercare di far tornare la squadra al livello che ha avuto fino a un po’ di tempo fa. E dobbiamo farcela velocemente perché il campionato non aspetta». 
Poi Franzini continua nella sua analisi: «Probabilmente ci sono una serie di aspettative che ci hanno portato a pensare di doverle vincere tutte, ma è un campionato combattuto e lo vediamo anche dai risultati delle altre partite. È chiaro che noi vorremmo giocare meglio e vincere sempre, ma lo vogliono anche le altre. È un peccato perché oggi vincendo avremmo dato una bella botta alla classifica, e lo potevamo fare, anche se le occasioni per vincere le ha avute anche l’Albissola». 
Gli episodi non stanno dando ragione al Piacenza: «è il secondo autogol simile nelle ultime due partite in casa, ed è abbastanza difficile da vedere. Però non sono alibi. Dobbiamo cercare di stare in trincea, adesso ci sono due partite complicate, le affrontiamo con qualche infortunio, qualche squalifica, ma ora si vedrà la forza della squadra nel riuscire a venire fuori anche da momenti complicati». Continua, intanto, la difficoltà a trovare il gol: «La cosa che mi preoccupa di più», conclude Franzini, «è che per le volte che arriviamo sul fondo, per il numero di cross e corner che arriviamo a fare, siamo poco pericolosi. Questo è stato il filo conduttore delle ultime partite. Le quattro punte in campo? Probabilmente ho sbagliato, la squadra ha perso equilibrio».

Attendere un istante: stiamo caricando il video...
Attendere un istante: stiamo caricando il video...

Pochi minuti prima dell’allenatore, aveva parlato il presidente onorario, Stefano Gatti: «Siamo stati inguardabili», tuona, «se negli ultimi dieci minuti, con l’uomo in più, non riusciamo a fare un tiro in porta contro la quartultima in classifica vuol dire che c’è un problema. Qualcosa non funziona nel Piacenza. Non è possibile far diventare tutti dei fenomeni. Se questa sera l’Albissola portava a casa i tre punti non rubava niente».

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Serie C - Le prime indiscrezioni sulla composizione dei Gironi A, B e C stagione 2019/2020

  • Il Re è tornato. Daniele Cacia: «Ho sempre detto che avrei chiuso con la maglia del Piacenza: eccomi»

  • Serie C - Ecco i gironi ufficiali A, B e C della stagione 2019/2020. Il Piacenza nel B, tornano i derby

  • Interviene Roberto Pighi e convince Mattia Corradi a rimanere al Piacenza. C'è il «sì» del giocatore

  • Piacenza - Marco Gatti: «Ambizioni rinnovate, noi a testa alta». Matteassi: «Cacia arriva nel weekend». VIDEO

  • Piacenza - Stefano Gatti: «Voglio rilevare il fallito Pro Piacenza, sarà una nostra società satellite»

Torna su
SportPiacenza è in caricamento