Questo sito contribuisce all'audience di

Figc: «La Serie C deve tornare in campo». Il Piacenza rischia di dover fare i conti con una rosa ridotta al minimo

Il ribaltone del Consiglio Federale - «la Lega Pro deve finire entro il 20 agosto» - ora dovrà passare dalla decisione del Governo il prossimo 28 maggio. I biancorossi al momento hanno 18 giocatori tra cui due Berretti e ben 4 portieri, quindi 15 reali.

Il direttore generale Marco Scianò e il vicepresidente Roberto Pighi

E ORA COSA FA IL PIACENZA?

Innanzitutto va detto che parte dello staff tecnico, a partire da Franzini, ha sì trovato l’accordo per la rescissione ma sarà valido solo ed esclusivamente quando sarà decretata la fine ufficiale della stagione. Sarà quindi Franzini, nel caso si dovesse tornare in campo, a guidare la squadra. Il discorso non vale per i giocatori che hanno rescisso: Pergreffi, Milesi, Della Latta, Marotta, Cattaneo, Sestu, questi non sono più tesserati e non potranno vestire il biancorosso. Storia diversa per Polidori: l’attaccante ha trovato l’accordo per risolvere il prestito al termine della stagione, quando tornerà al Siena, ma fino a quel momento rimane convocabile.
I giocatori ancora in biancorosso non sono molti ma una squadra si riesce comunque a mandare in campo: in porta ci sono Mazzini, Bertozzi e Ansaldi (per Del Favero è difficile che la Juve dia il via libera), in difesa Borri e Castellana, sugli esterni sono ancora in corso i prestiti di Zappella, Nannini e Imperiale. A centrocampo c’è Nicco (che ha rimodulato l’accordo col club), insieme a lui Corradi (che non ha ancora trovato un punto d’incontro con la società), Franchini e Bolis. In attacco gli unici tre rimasti sono Paponi (che ancora deve incontrarsi), Sylla e appunto Polidori. Portieri esclusi stiamo parlando al momento di 15 giocatori (in cui sono conteggiati i due Berretti, Scotti e Siano), una miseria se si dovessero recuperare la bellezza di 12 partite in meno di due mesi giocando domenica, mercoledì e poi ancora domenica, senza dimenticare i numerosi infortuni che potranno capitare dopo uno stop di oltre 3 mesi. Se si ripartirà, infatti, non sarà prima di metà giugno.

COME GIOCHEREBBE OGGI?

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

E’ presto detto. Franzini se dovesse riproporre il 4-3-3 avrebbe a disposizione Mazzini in porta, difesa con Zappella e Imperiale sugli esterni e l’inedita coppia Castellana-Borri nel mezzo. Nannini sarebbe l’unico cambio. A centrocampo Bolis in regia affiancato da Nicco e Corradi, con Franchini e il giovanissimo Scotti come unica alternativa. Davanti il tridente Polidori, Paponi, Sylla, l'unico cambio Siano, che in realtà è un Berretti. Come detto il conto di 18 effettivi è fuorviante, i giocatori sono 13, più i Berretti, Scotti e Siano, senza contare in che modo Corradi e Paponi decideranno di affrontare questo ipotetico rush finale perché in fin dei conti sanno già di dover rescindere.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • «A settembre potrebbero ripartire i tornei del settore giovanile». E a ore la Figc ufficializza il nuovo protocollo per gli allenamenti

  • Fallimento Pro Piacenza - Il Tribunale mette in vendita beni mobili per 54mila euro

  • Si chiude l’era Gatti. Marco e Stefano escono dalla società, il presidente sarà Roberto Pighi

  • Otto anni, due promozioni, la B sfiorata nel Centenario. La famiglia Gatti ha lasciato un segno importante sul Piacenza

  • Piacenza - La cura dimagrante delle "rescissioni" permette di poter giocare almeno i playoff

  • Roberto Pighi è il nuovo proprietario del Piacenza Calcio e cerca soci. Ecco come è composta la società

Torna su
SportPiacenza è in caricamento