Questo sito contribuisce all'audience di

Gare truccate, bomber scambiati, cannonieri show e campioni: Piacenza-Vicenza non è una sfida come le altre

La partita tra emiliani e il Lanerossi è ricca di aneddoti a partire dallo spareggio comprato di Firenze. Contro il Piace esordì nei professionisti Roby Baggio nel 1983. E poi: Cornacchini, Luiso, Cagni, gli applausi a Schwoch e la tripletta di Cacia

La tifoseria piacentina nella finale playoff 2019 contro il Trapani

Nuova Asx Tagliaferri-4Piacenza contro Vicenza sarà anche un banco di prova importante per il pubblico, si attendono numeri superiori alla media: tra gli 800 e 1000 vicentini - coadiuvati dagli storici gemellati cremonesi - mentre i piacentini a questi appuntamenti non hanno mai mancato.

Se vogliamo mettere, inoltre, che si sfidano due favorite del Girone B e il turno di riposo di Serie A e Serie B, i contenuti per un colpo d’occhio importante ci sono tutti. Questa sfida però affonda le radici nel passato, racconta storie importanti che vale la pena snocciolare. Su tutte lo spareggio truccato di Firenze per salire in Serie B, prima coltellata alla passione dei piacentini che si ripeterà - con contenuti diversi ma dallo stesso concetto - 25 anni dopo con l’inchiesta Last Bet sul calcioscommesse; ma ci sono anche storie di bomber che hanno scritto pagine importanti con le due magliette, Cornacchini e Luiso ad esempio, campioni lanciati e amatissimi da tutti come Roberto Baggio, storie di cannonieri applauditi, Schwoch, o altri come Cacia che quando vedono il Vicenza si scatenano. L’ultimo di una lunga serie è Simone Guerra, piacentino che qui da noi è nato, cresciuto, svezzato ma ora veste la maglia vicentina.

baggio-vicenza-2

I TESTIMONI DI NOZZE DEL DIVIN CODINO
E’ piacevole fare un tuffo nel passato perché Piacenza-Lanerossi è un grande classico degli ultimi 30 anni, contraddistinto da storie brutte - lo spareggio truccato di Firenze -, di bomber e fuoriclasse: proprio in una di queste partite in Serie C (al Menti) nel lontanissimo 5 giugno 1983 all’età di 16 anni esordiva nei professionisti uno dei giocatori più amati nella storia del calcio italiano, Roberto Baggio. Il Divin Codino due anni dopo, stagione 84/85 s’infortunò al ginocchio e non fu presente alla “vergogna di Firenze”, lo spareggio tra Piacenza e Vicenza per salire in Serie B visto che entrambe avevano chiuso il campionato a pari punti (45) dietro al Brescia.

spareggio-2

LA VERGOGNA DI FIRENZE
Lo spareggio lo vinse sul campo il Vicenza (3-1) ma l’anno successivo, nell’inchiesta Totonero-bis, emerse che il presidente vicentino Dario Maraschin versò una somma di denaro al difensore dei piacentini Gian Filippo Reali per contribuire alla vittoria dei veneti. Il risultato fu che al Vicenza venne ritirata la promozione in A ottenuta l’anno dopo, Reali fu accusato di illecito sportivo e squalificato per 3 anni e 9 mesi mentre il Piacenza rimase a bocca asciutta. Occorre aggiungere che Reali ha sempre respinto con forza l’accusa di aver truccato lo spareggio di Firenze. Fatto che comunque lascerà strascichi negli anni successivi perché il Piacenza chiederà, senza ottenerlo mai, un risarcimento da 1 miliardo di lire al Vicenza in quanto, rimanendo nell’alveo della giustizia sportiva, il fatto era già caduto in prescrizione (6 mesi). Non è finita qui, perché nelle pagine dell’avviso di chiusura indagini della Procura di Cremona sull’inchiesta Last Bet del calcioscomesse viene sfiorata anche Vicenza-Piacenza del 2011.

luiso-2

STORIE DI EX E DI BOMBER
Negli anni 90’ le due squadre si ritrovano in Serie A, il Piacenza domina la stagione in B 94/95 con De Vitis e Inzaghi in attacco, chiude primo in classifica e torna in A 12 mesi dopo la prima retrocessione. Con i biancorossi arrivano anche Udinese, Atalanta e proprio il Vicenza di Guidolin. Il Piacenza aveva in panchina Gigi Cagni che 16 anni dopo andrà ad allenare i veneti. Un altro ex illustre tra gli allenatori è Beppe Iachini, al Lanerossi nel 2003/2004 e poi al Piace dal 2004 al 2007. Ma la storia bella arriva con i bomber: tra gli ex di turno mettiamo senza dubbia Cornacchini cannoniere meraviglioso con il Piacenza e protagonista della promozione dalla C alla B nel 90/91 e protagonista, qualche anno dopo, anche con il Vicenza nella storica vittoria in Coppa Italia del 1997.

cornacchini_piacenza-2

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dilettanti - Tutti i risultati della domenica. Nibbiano&Valtidone, CastellanaFontana e Bobbiese inarrestabili

  • Vis Pesaro-Piacenza 1-0: la decide Voltan su calcio di rigore, brutto stop per i biancorossi

  • Piacenza - Franzini: «Passo indietro, se vogliamo stare al vertice gare così vanno vinte». Pagelle

  • Serie C - Un bruttissimo Piacenza esce sconfitto da Pesaro. Decide il rigore di Voltan

  • Serie D - Fantastico Fiorenzuola, sbanca anche il campo del Lentigione con Tognoni e Piraccini

  • Gardini è duro: «Sono mancati cuore e determinazione, non è questa la Gas Sales che possiamo essere». VIDEO e pagelle

Torna su
SportPiacenza è in caricamento