Questo sito contribuisce all'audience di

Marco Gatti: «Franzini? Per il Piacenza è il tecnico migliore. Squadra competitiva ma non prometto nulla»

Il numero uno di via Gorra: «Il rinnovo del mister era la nostra prima e unica opzione. Vogliamo una squadra competitiva per essere ancora protagonisti». Si giocherà con quattro giovani '98 per le nuove regole. Mercato: Ceccarelli e Turchetta sul taccuino.

Arnaldo Franzini, al timone del Piacenza dal 2015 insieme a Marco Gatti, presidente dal 2012

La parola d’ordine in casa Piacenza è «continuità». Lo si capisce dai pensieri, in ordine sparso, del presidente Marco Gatti che contattiamo qualche ora dopo il rinnovo di Franzini. Il tecnico di Vernasca sarà al timone dei biancorossi fino al 2021. «C’era qualche dubbio - si domanda Marco Gatti - a riguardo? L’avevo detto sabato sera dopo la finale persa, il mister giustamente si è voluto prendere qualche giorno di tempo per sbollire la delusione di Trapani». E poi? «E’ successo solamente che stamane abbiamo messo nero su bianco quello che ci eravamo già detti».
E’ un Marco Gatti diverso da quello visto sabato scorso nel post gara, la sua sfuriata contro il “palazzo” e l’atteggiamento della Lega (da Trapani c’è il fuggi fuggi, il sindaco è sul piede di guerra e la società rischia seriamente di non iscriversi in B, ndr) ha fatto molto rumore in settima. «Non torno sull’argomento, quello che dovevo dire l’ho detto e posso andare in giro a testa alta».

Riavvolgiamo però il nastro di qualche ora e torniamo alla conferma di Franzini: accordo biennale per il tecnico e tutto il suo staff, il vice Lussardi, il preparatore atletico Giordani e quello dei portieri Max Ferrari. Insomma, una promozione a pieni voti per gli uomini che hanno guidato il Piacenza a 1 punto dalla Serie B in regular season e ci hanno riprovato nella finale playoff.
Tuttavia è inutile nascondere come una buona fetta del pubblico non gradisca più la presenza di Franzini sulla panchina: l’accusa è una presunta mancanza di gioco culminata nella doppia sfida contro il Trapani.
«Io penso l’esatto opposto - prosegue Gatti - per me Franz rimane il miglior allenatore che possiamo avere qui a Piacenza e con questo accordo diventerà anche uno dei più longevi». Franzini che si era riservato la fumata bianca nei giorni scorsi, lo scopo era quello di capire le intenzioni del club sulla prossima stagione: continuità o anno di transizione?
«Siamo usciti dall’assemblea dei soci lunedì con una grande comunione d’intenti. Si punta ad allestire una squadra competitiva. Scrivetelo a lettere cubitali: non prometto nulla quindi non parlo di obiettivo promozione, dico solo che vogliamo una squadra competitiva per essere ancora protagonisti». E proprio quell’ «ancora» lascia aperte le ambizioni che mal si sposano però con il progetto di schierare sempre quattro giovani. Le nuove regole parlano chiaro: per ottenere i contributi economici sul minutaggio dei giovani occorre far giocare almeno 4 under, cioè giocatori dal 1998 in su, mentre i prestiti (tra “vecchi” e under insieme) non possono essere più di 6.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dilettanti - Tutti i risultati della domenica. Nibbiano super, stop Castellana. Impresa Sannazzarese

  • Seconda Categoria - Delirio a Caorso: il pubblico entra in campo e scoppia la rissa con i giocatori

  • Piacenza-Gubbio 1-0: Paponi-gol e i biancorossi tornano alla vittoria

  • Piacenza - Matteassi: «Successo meritato». Le pagelle: Paponi è un cecchino, Corradi ispira

  • La Gas Sales all'ultimo respiro: 3-2 a Vibo

  • Piacenza - Marco Scianò: «Ricompattiamo l'ambiente, solo così si possono ottenere dei risultati»

Torna su
SportPiacenza è in caricamento