Questo sito contribuisce all'audience di

La Reggiana affonda il Pro Piacenza (4-0). Pagelle

Profondo rossonero. Il Pro si schianta contro una Reggiana che non si danna più di tanto per portare a casa il miglior risultato possibile. Dopo un primo tempo che vede Mignanelli padrone assoluto della sinistra ed il gol di Siega, il Pro prova a...

La Reggiana affonda il Pro Piacenza (4-0). Pagelle - 1
Profondo rossonero. Il Pro si schianta contro una Reggiana che non si danna più di tanto per portare a casa il miglior risultato possibile. Dopo un primo tempo che vede Mignanelli padrone assoluto della sinistra ed il gol di Siega, il Pro prova a rimettere a posto le cose sfruttando anche uno Speziale lontano dalla forma migliore. Sono tuttavia i minuti finali che affossano definitivamente le speranze rossonere: prima Nolè beffa Aspas poi Fumagalli sbaglia il rinvio regalando il gol ad Arma. Che lo trafigge pure nel finale dopo un calcione costato un rosso pesante a Bini. Finisce quindi in goleada una partita che si preannunciava difficile ma non impossibile vista la convalescenza dei reggiani. Una goleada figlia di errori evitabili, pagati carissimo dai rossoneri che pure avevano provato a reagire al gol di Siega.

FORMAZIONI – Subito in campo Orlando: Viali stupisce un po’ tutti e fa esordire dal primo minuto l’attaccante ex Ischia. Difesa a tre per i rossoneri con Aspas in posizione arretrata e Carrus che torna in cabina di regia. Sull’altro fronte Colombo recupera Mignanelli per il suo 3-5-2 con Siega a supporto di bomber Arma.

VANTAGGIO REGGIANA – La Reggiana è ferita ma la voglia di riscatto è tanta. Lo dimostra il grande pressing dei granata che aggrediscono i portatori di palla del Pro senza soluzione di continuità provando nel contempo a scardinare le corsie esterne. É il minuto ventitre quando Mignanelli salta Cardin, mette in mezzo per la rovesciata di Arma che però non è angolata a sufficienza per impensierire Fumagalli. La pressione dei padroni di casa è però costante tanto che Siega, direttamente da rimessa laterale, trova il varco giusto e trafigge Fumagalli con un preciso rasoterra al trentatreesimo. Il Pro si getta finalmente nella metà campo avversaria e prova a combinarla grossa con Orlando che sfiora il palo dalla lunetta. Quella dell’ex Ischia è l’ultima azione del primo tempo, la prima degna di nota per i rossoneri.

FINALE KAMIKAZE – Fuori Cardin, dentro Maietti: Viali passa alla difesa a quattro rinforzando la metà campo. La Reggiana passa subito all’attacco: altro cross di Mignanelli dopo un cambio di gioco al bacio di Parola, palla in mezzo per Arma che trova le gambe di Fumagalli. Il numero tre granata è inarrestabile, tanto da concedersi pure un tiro respinto dal numero uno rossonero. Passa qualche minuto e Mogos in spaccata da due passi manda fuori mentre Carrus da fuori chiama Perilli alla respinta: il Pro prova ad uscire dal guscio, Viali si gioca anche la carta Speziale per il forcing finale. La Reggiana però non si scompone, rintuzza le folate offensive e chiude la partita con Nolè: Arma supera Aspas, Bini perde l’attimo e Nolè spara in porta il pallone del 2-0. L’incubo per il Pro deve ancora iniziare: prima Fumagalli regala con un rinvio sballato il pallone ad Arma che lo beffa con un pallonetto poi Bini si fa espellere per un calcio su Nolè. Questa volta non ci sono miracoli in vista: Arma spiazza Fumagalli e fissa il punteggio sul definitivo quattro a zero.
Nicolò Premoli

REGGIANA-PRO PIACENZA 4-0
(primo tempo 1-0)


REGGIANA: Perilli, Spanò, Mignanelli (78’ Rampi), Parola, Sabotic, Frascatore, Mogos, Bartolomei (74’ Nolè), Arma, Maltese (90’ Ceccarelli), Siega. A disposizione: Rossini, Tondini, Mecca, Danza, Loi, Silenzi. All.: Colombo
PRO PIACENZA: Fumagalli, Calandra, Ruffini, Cardin (46’ Maietti), Aspas (74’ Speziale), Bini, Rantier, Carrus, Orlando, Alessandro, Barba. A disposizione: Bertozzi, Annarumma, Gomis, Schiavini, Martinez, Bignotti, Cassani. All.: Viali
ARBITRO: Bichisecchi di Livorno (assistenti: Bercigli di Valdarno e Trovatelli di Pistoia)
RETI: 33’ Siega, 85’ Nolè, 87’, 91’ (R) Arma
NOTE - AMMONITI: Parola, Perilli (R); ESPULSI: Bini (PP); ANGOLI: 7-5 per la Reggiana; RECUPERO: 1‘ pt, 4’ st

LE PAGELLE DI NICOLO’ PREMOLI

FUMAGALLI 5,5 – Disinnesca rovesciata e tocco sotto di Arma, non può nulla sulla rasoiata di Siega. Ma nel finale la combina grossa.

CALANDRA 5,5 – Rischia qualcosina su Mogos in avvio, fatica su Mignanelli e si butta in avanti in un paio di occasioni. Nel complesso una giornata difficile per il difensore rossonero.

BINI 4,5 – Perde la testa nel finale convulso di una partita che l’aveva visto tra i più solidi in difesa. Il calcio a Nolè potrebbe costare caro.

ASPAS 5 – I clienti non erano certamente tra i più facili quest’oggi. Prova a resistere ma nel finale Arma lo salta senza troppi complimenti.

RUFFINI 6 – Difficile vedere la Reggiana spingere dalle sue parti: è forse il più concreto tra retroguardia e centrocampo.

CARDIN 5 – Nella prima frazione Mignanelli fa quello che vuole sulla sua corsia e sfonda spesso e volentieri causando grattacapi non da poco (dal 46’ MAIETTI 6 – entra per dare una mano in mezzo)

CARRUS 6 – Una conclusione da fuori sugli sviluppi di una punizione regala qualche brivido a Perrilli (dal 74’ SPEZIALE SV)

BARBA 6 – Meno pimpante del solito ma sempre tra gli ultimi ad alzare bandiera bianca.

RANTIER 5,5 – Al francese non mancano mai grinta e corsa. Questa volta però non bastano per lasciare il segno.

ALESSANDRO 5 – Non pervenuto nel primo tempo, nella ripresa subisce il costante raddoppio dei difensori granata. Gira al largo e non riesce ad incidere.

ORLANDO 5,5 – Sua l’azione più pericolosa dei rossoneri nel primo tempo quando il suo tiro finisce di poco fuori. Nella ripresa, però, scompare dai radar.

VIALI 5,5 – Nella ripresa prova a sistemare le cose rinforzando la metà campo e gettando nella mischia anche Speziale. Tre pesanti errori in fase difensiva però stendono le velleità di rimonta: un brusco stop dopo alcuni segnali di crescita.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Piacenza Calcio

    Il Cuneo sbaglia troppo, il Piacenza ringrazia e porta a casa un punto. Fallito il sorpasso in vetta

  • Piacenza Calcio

    Piacenza - Franzini: «Potevamo fare qualcosa in più ma rimane un punto prezioso». Pagelle

  • Dilettanti

    Calciomercato Dilettanti - Carpaneto: salutano Odianose e Rizzitelli. Real Chero: tris di arrivi

  • Calcio Amatoriale Italiano

    CAI Soccer Piacenza - Il punto sulla Silver League di Calcio a 7

I più letti della settimana

  • Dilettanti - I risultati della domenica. Impresa Alsenese e il Vigolo si salva. Coppa: vince il Vigolzone ai rigori

  • Serie C - Risultati e classifica della 15a giornata gironi A, B e C

  • Cuneo-Piacenza 0-0: biancorossi e piemontesi si annullano a vicenda

  • Il Pro Piacenza si trasferisce, ufficiale l'accordo per giocare le partite a Santarcangelo di Romagna

  • Piacenza-Arzachena 3-1: decisive le reti di Troiani e Corradi nel secondo tempo

  • Piacenza - Lussardi: «Bravi i ragazzi, vinta la classica partita sporca». Pagelle e Video

Torna su
SportPiacenza è in caricamento