Questo sito contribuisce all'audience di

«L'Agazzanese è al fianco di Daffe. Lo sosterremo con tutte le nostre forze»

Francesco Ghidini, direttore generale della società piacentina, dopo l'episodio di razzismo di domenica sul campo della Bagnolese. «Attendiamo la decisione del giudice, ma non ci aspettiamo la sconfitta a tavolino»

Omar Daffe lascia il campo con la Bagnolese (f. da reggionline.com)

Solidarietà massima a Omar Daffe, perché certi comportamenti non vanno mai tollerati e neppure giustificati. La dirigenza dell’Agazzanese si schiera al fianco del proprio portiere, che domenica in occasione della gara con la Bagnolese è uscito dal campo dopo essere stato vittima di insulti razzisti provenienti dalla tribuna.

«Come società – spiega il direttore generale Francesco Ghidini – possiamo solamente dire che siamo al fianco di Omar e lo sosterremo con tutte le nostre forze». Una presa di posizione netta, di più al momento diventa difficile dire e soprattutto capire, almeno fino a quando il giudice sportivo non si sarà espresso su quanto successo a Bagnolo in Piano nella gara di Eccellenza sospesa intorno al 20’ del primo tempo. «L’arbitro ha parlato a lungo con il nostro capitano e i nostri dirigenti e ci ha assicurato che inserirà tutto nel rapporto». Vale a dire gli insulti razzisti che sono piovuti dalla tribuna e hanno portato alla decisione di Daffe di lasciare il campo (con conseguente espulsione, come previsto dal regolamento) e la scelta dei compagni di seguirlo negli spogliatoi.

Adesso bisogna capire cosa succederà e quali saranno le decisioni del giudice sportivo, che si baserà esclusivamente su quanto scritto dal direttore di gara nel referto. L’ipotesi peggiore potrebbe portare alla sconfitta a tavolino per l’Agazzanese “colpevole” di avere abbandonato il campo, un punto di penalizzazione in classifica e una multa. Ipotesi che però i dirigenti piacentini respingono fermamente. «L'arbitro ha visto e sentito chiaramente quanto stava succedendo. Adesso tocca agli organi competenti decidere, ma noi al massimo ci aspettiamo di ripetere la partita, sicuramente non meritiamo lo 0-3 a tavolino».

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Difficile anche capire quando il giudice emetterà la sentenza, se già mercoledì oppure se si prenderà una settimana in più per valutare meglio la situazione. Anche perché la decisione di Daffe e di tutta l’Agazzanese sta facendo il giro del web ed è stata ripresa anche da televisioni nazionali come Sky. Il gesto, fortissimo visto anche quanto rischia la squadra, ha avuto la rilevanza che meritava, un segnale importante per un problema di grandissima attualità che finalmente in tanti iniziano ad affrontare.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il mondo della pallavolo piange Osvaldo Tarasconi

  • Piacenza - Un altro angelo biancorosso è volato in cielo, ci lascia Paolo Valdatta

  • Covid19 - I dati di martedì 31 marzo: 27 morti a Piacenza, il totale sale a 543. E' ancora un giorno di dolore

  • Covid19 - I dati di venerdì 27 marzo: 25 morti a Piacenza, il totale sale a 447. Venturi: «Calano i contagi»

  • Maradona, Bruno Conti, Baresi e il Piacenza tutto italiano. Il capitano Settimio Lucci ci racconta 20 anni di carriera

  • De Joannon all’attacco: «Ho dato la mia disponibilità per dare una mano. Da medico voglio combattere il coronavirus»

Torna su
SportPiacenza è in caricamento