Questo sito contribuisce all'audience di

Serie D - Il Fiorenzuola non vuole fermarsi, domenica al Comunale arriva il Crema

I rossoneri di Brando cercano il bottino pieno dopo le due belle e convincenti vittorie nelle prime giornate di campionato. Fischio d'inizio alle 15

Nella terza giornata del Campionato Serie D Girone D, U.S. Fiorenzuola 1922 riceve tra le mura amiche del Velodromo A. Pavesi il forte A.C. Crema 1908, una delle tante squadre con fascino e blasone in questo raggruppamento.
La squadra allenata da Mister Bressan (presente in tribuna a Zola Predosa) ha iniziato il campionato con le marce alte, sfruttando la qualità e l'esperienza dei suoi giocatori per avere la meglio su una squadra come il Reggio Audace (ex Reggiana) all'esordio e per pareggiare per 2-2 con il Fanfulla nella seconda giornata di campionato.
Il 2-2 dell'ultima giornata con i lodigiani è stato tuttavia condizionato dall'espulsione del portiere del Crema, Marenco. A.C. Crema 1908 è considerata come una squadra estremamente pericolosa, capitanata da Pagano, autore di 2 reti anche nella sfida con il Fanfulla. I pericoli, in casa rossonera, saranno diversi, a partire da un reparto offensivo di tutto rispetto che annovera anche giocatori quali Marrazzo, Porcino e Ferrari e dall'avere un baluardo quale Stankevicius nella linea arretrata. In casa fiorenzuolana, l'umore dopo le due vittorie consecutive di inizio stagione che hanno issato i rossoneri in testa alla classifica, a braccetto del Modena, è davvero alto. Il giovane gruppo di Mister Brando ha seguito i dettami dello staff tecnico durante la settimana, confermandosi una squadra giovane ma con tanta voglia di lavorare.
In gruppo è rientrato pienamente Matera dopo i 90 minuti in campo con la Juniores Nazionale nello scorso weekend, mentre le condizioni di Alvitrez verranno valutate nelle prossime ore. La sfida con il Crema ha il sapore dell'amarcord per gli appassionati rossoneri di lunga data: storiche le sfide nei campionati Interregionali di fine anni '80.
A distanza di 30 anni, le filosofie delle due squadre sembrano essere differenti, con U.S. Fiorenzuola 1922 sempre più immerso nella filosofia di linea verde voluta dal D.S. Di Battista in queste due stagioni che tanti frutti sta portando ai rossoneri, mentre la squadra del presidente Zucchi ha voluto puntare su nomi provenienti dal professionismo che rendono il Crema una delle squadre più attrezzate per un campionato di alta classifica. Una sfida storica e una sfida di nuove filosofie, ma con un solo appuntamento nel prossimo futuro.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid19 - I dati di mercoledì 8 aprile: 11 deceduti. Venturi: «Piacenza quasi fuori, i contagi crescono dell'1%»

  • Dal catrame di Centocelle a Zidane. «Il più forte che ho visto. E quanto menava Cleto in allenamento». La vita di Daniele Moretti

  • La Lega Pro si interroga sul futuro. Monza, Vicenza e Reggina in B? Si studia una Serie C Elite

  • «Stroppa il migliore per distacco. Piacenza-Foggia 5-4? Inno al calcio». Roberto Gregori ci racconta il suo biancorosso.

  • Piacenza - Franzini lascia o no? Il tecnico non chiude la porta. Sarà decisivo l’incontro con Marco Gatti e Scianò

  • La toccante lettera della schermitrice Matilde Burgazzi in ricordo del papà Massimo, scomparso per il coronavirus

Torna su
SportPiacenza è in caricamento