Questo sito contribuisce all'audience di

Serie D - Il Carpaneto ci prova fino alla fine ma sbatte contro l'Adrense: termina 0-0

Terzo risultato utile consecutivo per i piacentini che non trovano i tre punti tra le mura di casa

Terzo risultato utile consecutivo per la Vigor Carpaneto 1922, che alimenta la classifica nel girone D di serie D grazie al pareggio casalingo contro l’Adrense (0-0) nella quarta giornata di campionato. Dopo due vittorie consecutive (in casa contro il Sasso Marconi e a domicilio del San Marino), la squadra di Stefano Rossini ha cercato il tris, con la proverbiale ciliegina sulla torta sfumata nonostanteuna partita di cuore e qualità. Il punto conquistato, comunque, non solo smuove, ma anche migliora la graduatoria della formazione del presidente Giuseppe Rossetti, che sale al terzo posto a quota 7 punti in compagnia di altre cinque compagini.
Contro l’Adrense, la Vigor ha dato vita a una partita molto tecnica e allo stesso tempo combattuta, con i padroni di casa in avanti fino all’ultimo per centrare il bottino pieno senza tuttavia rischiare contro una compagine ricca di qualità e innescata dai piedi dell’ex Atalanta Pinardi. Al Carpaneto, di fatto, è mancato solo il gol, vuoi per qualche bella parata del portiere ospite, vuoi per qualche imprecisione negli ultimissimi metri, anche se la strada tracciata nel gioco sembra essere quella giusta. Domenica Fogliazza e soci andranno a far visita ai reggiani del Lentigione, capaci di fermare sul pareggio il San Marino (1-1).

LA PARTITA – La Vigor – con l’infermeria affollata – si schiera con il 4-3-3, mentre l’Adrense (orfana di Laner e dello squalificato Mozzanica) parte coperta con il 4-5-1. L’avvio vede gli ospiti partire carichi sotto il profilo dell’agonismo. Al 10’ Vagge para il tiro di Ferrari, mentre al 18’ un tiro-cross di Martinez viene deviato in corner da Baschirotto. Il Carpaneto prova a rispondere con lo spunto mancino di Mauri, assist per Corioni, con il tiro deviato in angolo. Sugli sviluppi del corner, buona occasione per Baschirotto ma la palla termina a lato. La squadra di Rossini guadagna metri e trova sempre più la manovra, tenendo in mano il pallino del gioco: al 28’ Rantier cade in area, ma anziché il rigore trova l’ammonizione per simulazione. Tre minuti più tardi, un errore locale in disimpegno libera al tiro Faini: palla a lato. Prima dell’intervallo, i bresciani si rendono pericolosi con il tiro di Faini, ma Vagge fa buona guardia.
Il taccuino della ripresa si apre con il contropiede piacentino al 59’ finalizzato da Rizzitelli, anche se il tiro va a lato. Dentro Tosi per Rossini e Odianose per Rossi,poi al 68’ De Micheli avvicenda Rizzitelli. In mezzo, ancora tanta Vigor: al 65’ azione corale da sinistra a destra che manda al tiro Corioni, con la conclusione respinta. Tre minuti dopo è Odianose che calcia di potenza, ma Festa ribatte. Il portiere bresciano si ripete all’84’ su De Micheli, mentre – dopo la girata di Ademi a lato all’86’ – salva allo scadere ancora su Odianose, deviando in corner. Sugli sviluppi, il centrale Baschirotto si rende pericoloso ma non trova il gol, che non arriva neanche nei quattro minuti di recupero.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Fano-Piacenza 2-4: i biancorossi ritrovano il successo in trasferta

  • Piacenza - Matteassi: «Bene così, dobbiamo incassare punti». Pagelle: Paponi fa 10, ok Corradi e Sylla

  • Rocambolesco pari tra Mantova e Fiorenzuola, il big match termina 3-3

  • LIVE Gas Sales-Monza 3-2. Fei supera Zlatanov, è il bomber più prolifico di sempre

  • Serie C - Il Piacenza corre qualche rischio ma alla fine liquida il Fano con quattro gol

  • Serie C - Risultati e classifica della 15a giornata gironi A, B e C

Torna su
SportPiacenza è in caricamento