Questo sito contribuisce all'audience di

Pelò: «Sulla Supercoppa il Pro Villanova dice cose inesatte. Ecco come è andata»

Il delegato provinciale della Figc respinge al mittente la ricostruzione dei fatti della società piacentina. «Mai dato l'ok per far giocare atleti tesserati per altre squadre»

Luigi Pelò, delegato provinciale della Federazione Italiana Giuoco Calcio

All’inizio del secondo tempo i  dirigenti del Perino mi facevano notare che nel Pro Villanova giocavano alcuni giocatori tesserati per altre società e riscontravano una giusta anomalia della gara, che seppure amichevole non contemplava questa possibilità, e io prontamente sono andato presso la panchina del Pro Villanova chiedendo spiegazioni  della cosa. Il presidente  Pisaroni, i dirigenti Beccari e Ramelli mi confermarono che loro, percependo la gara come un’amichevole, avevano invitato a partecipare alla gara alcuni giocatori di altre società, che stavano contattando per il prossimo campionato e così per loro questa partita era l’occasione per vederli all’opera come una specie di provino; ho però detto subito a loro che questo non andava bene e ho anche detto che comunque non avrei dato in questa occasione la Coppa della loro vittoria in Campionato (l’avevo portata per questa occasione, ma purtroppo visto gli eventi non l’avrei data) e successivamente ho anche deciso che la premiazione della gara era meglio non assegnarla vista l’anomalia venutasi a creare con la partecipazioni di giocatori non previsti e non compatibili con lo spirito della partita.

Ho sempre pensato che questa manifestazione dovesse essere una festa per tutti e come dicevo prima, doveva anche servire a stemperare le varie tensioni che si erano verificate durante il campionato, purtroppo il mio buonismo da “vecchio dirigente” non è stato ripagato e sinceramente ne sono dispiaciuto perché non doveva finire così.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Piacenza - Davide Bertoncini: «Gran spavento ma ora sto bene». Il saluto via Facebook

  • Calciomercato - Piacenza, per il dopo Ferrari c'è un tris di nomi: Brunori, Morra e Gliozzi

  • Piacenza - Il dg Marco Scianò: «Soci più uniti che mai. Ripartiamo con l'ambizione di stare al vertice»

  • Marco Gatti: «Franzini? Per il Piacenza è il tecnico migliore. Squadra competitiva ma non prometto nulla»

  • L'incredibile viaggio di un tifoso, Davide Baldini: da Tokyo a Trapani per vedere la finalissima del Piacenza

  • Ufficiale: Arnaldo Franzini e Piacenza avanti insieme per la quinta stagione consecutiva. Il tecnico rinnova

Torna su
SportPiacenza è in caricamento