Questo sito contribuisce all'audience di

Lucio Brando: «Non è stato facile lasciare il Fiorenzuola ma si sono aperte altre prospettive»

Il tecnico: «All'inizio della mia avventura continuavo sempre a sentire la stessa cosa, che la stagione precedente (2017/2018) lasciava un'eredità non semplice da raccogliere, eppure con il nostro duro lavoro e con la disponibilità dei ragazzi ce l'abbiamo fatta»

Lucio Brando, lascia il Fiorenzuola dopo una sola stagione

Dopo la fumata nera che ha portato al divorzio, il Fiorenzuola si è tuffato alla ricerca di un nuovo tecnico per la stagione 2019/2020. L’intenzione del ds Di Battista e della dirigenza era chiara da tempo, cioè rinnovare con Lucio Brando, tuttavia il tecnico ha deciso di lasciare la panchina rossonera dopo una sola stagione.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

«Devo premettere che per me è veramente difficile lasciare la città di Fiorenzuola e questa società - ha detto Brando - si è creata la possibilità, al termine della stagione, di situazioni importanti che sto valutando. Nonostante ciò, ho voluto vagliarle bene e con attenzione, perché come ripeto, lasciare l'U.S. Fiorenzuola per me è tutto fuorché semplice. Avevamo iniziato insieme un progetto tecnico che si poteva portare avanti per dare continuità, ma purtroppo così non sarà. Qui mi sono sentito a casa, sono stato accolto veramente alla grande al mio arrivo, e mi sono affezionato a tante persone durante le settimane. Mi ricordo che all'inizio della mia avventura continuavo sempre a sentire la stessa cosa, che la stagione precedente (2017/2018) lasciava un'eredità non semplice da raccogliere, eppure con il nostro duro lavoro e con la disponibilità dei ragazzi ce l'abbiamo fatta. Credo che questa sia la vera forza del Fiorenzuola: aldilà dell'allenatore che siede in panchina, si programma seriamente e ci sono persone a livello societarie con grandi capacità e messe al posto giusto. Tutto questo aldilà di Lucio Brando. Il Fiorenzuola cammina con le proprie gambe, solidissime, questo non lo dico io ma la storia. Sarò sempre tifoso di questi colori. Grazie a tutti».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il mondo della pallavolo piange Osvaldo Tarasconi

  • Piacenza - Un altro angelo biancorosso è volato in cielo, ci lascia Paolo Valdatta

  • Covid19 - I dati di martedì 24 marzo: 30 morti a Piacenza, i contagiati sono 96. Venturi: «Città vicina al picco»

  • Covid19 - I dati di venerdì 27 marzo: 25 morti a Piacenza, il totale sale a 447. Venturi: «Calano i contagi»

  • Covid19 - I dati di domenica 22 marzo: 33 morti a Piacenza, è il giorno più duro per la nostra città

  • Piacenza Spoon River. Piangiamo 370 morti e un tasso di letalità apparente al 18%

Torna su
SportPiacenza è in caricamento