Questo sito contribuisce all'audience di

Fiorenzuola - Luca Baldrighi traccia il bilancio: «Salvezza giusto premio per il lavoro svolto»

Il vicepresidente: «La valorizzazione dei giovani deve restare il nostro primo obiettivo, in questo senso il nuovo direttore sportivo Di Battista si occuperà anche degli juniores e degli allievi. Ma proveremo a costruire una squadra che possa dare fastidio a chiunque

Luca Baldrighi, vicepresidente del Fiorenzuola

E’ stato un anno intenso, quello che si è appena chiuso per Luca Baldrighi, vicepresidente del Fiorenzuola. Un anno che ha portato il dirigente rossonero a ricoprire più di un ruolo: direttore sportivo, team manager, responsabile di mercato. Alla fine la salvezza, centrata senza dover passare per i temuti play-out, ha riempito di gioia Luca Baldrighi, che, insieme al fratello Daniele e agli altri dirigenti, tanto si è speso per il Fiorenzuola: “Abbiamo tutti quanti vissuto una stagione davvero pesante sotto il profilo mentale e fisico – spiega il dirigente del Fiorenzuola – per quanto mi riguarda l’impegno è stato davvero sfiancante, sotto ogni punto di vista. Ma la soddisfazione finale della salvezza diretta ha rappresentato il degno premio per tutto il nostro lavoro. Per quello dei tecnici, per quello dei giocatori, per quello dello staff sanitario e per quello dei magazzinieri. Nessuno si è risparmiato, tutti quanto hanno portato il loro contributo a una salvezza che considero strameritata, ma che, solo due mesi fa, pareva davvero impossibile da raggiungere”.

Chiusa la stagione, vi siete subito messi al lavoro per preparare il prossimo campionato. Il direttore sportivo Simone Di Battista rappresenta per ora la novità più importante.

“La collaborazione con Di Battista era iniziata l’anno scorso, poi però ci siamo presi qualche mese di pausa, con l’impegno di ritrovarci alla fine del campionato da poco concluso. Lui ha ribadito la volontà di misurarsi con una nuova realtà e noi abbiamo trovato in Di Battista la figura che ci è mancata nell’ultimo anno: quella di un direttore sportivo preparato, ambizioso, attento ai giovani. I risultati ottenuti a Borgosesia sono stati straordinari, ora ci aspettiamo che possa ripetersi a Fiorenzuola”.

Insieme a Di Battista a Borgosesia, nelle ultime due stagioni, c’era Alessio Dionisi, che sembra il candidato numero per guidare il Fiorenzuola nella prossima stagione.

“E’ logico che Di Battista possa decidere di affidarsi a un tecnico che conosce, con il quale c’è totale sintonia di vedute. Ma non c’è ancora nulla di ufficiale e nessuna decisione è ancora stata presa per quanto riguarda l’allenatore: qualcosa di definitivo si saprà la prossima settimana”.
 
Nel frattempo sono arrivate le conferme di Petrelli e Guglieri.

“Sono due ragazzi eccezionali, dal punto di vista umano e tecnico, che con il Fiorenzuola hanno vissuto stagione esaltanti ed altre negative. In tutti questi anni hanno sempre dimostrato un grande attaccamento alla maglia: per questo, in accordo con il nuovo direttore sportivo, abbiamo deciso di confermarli”.

Il nuovo Fiorenzuola come sarà?

“La valorizzazione dei giovani deve restare il nostro primo obiettivo, in questo senso Di Battista si occuperà anche degli juniores e degli allievi. Ma proveremo a costruire una squadra che possa dare fastidio a chiunque”

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Emergenza Coronavirus - Piacenza-Sambenedettese non si gioca, tutto sospeso il calcio piacentino

  • Emergenza coronavirus - Chiuse tutte le palestre private. A rischio Assigeco-Forlì di mercoledì e Padova-Gas Sales di domenica

  • Emergenza coronavirus: sospeso tutto lo sport provinciale

  • Piacenza - Squadra spenta e demotivata, servono nuove idee. La crisi dei biancorossi in tre punti

  • Emergenza coronavirus: manifestazioni sportive annullate, ma oggi le piscine sono aperte. Nuova ordinanza: fino al 25 chiusura totale

  • Scontri nel derby Reggiana-Piacenza: arriva il primo Daspo ma è solo l'inizio

Torna su
SportPiacenza è in caricamento