Questo sito contribuisce all'audience di

Dilettanti - La LibertaSpes saluta lo storico campo Calamari e si trasferisce nelle strutture del Capitolo-Mortizza

Alla "bombonera" di via Molinari una nuova società ma non è chiaro se farà la Seconda Categoria (con il titolo che sarà lasciato libero dal Real Chero) o solo il settore giovanile. Il saluto su Facebook

Con un lungo post sulla propria pagina Facebook la società LibertaSpes (Seconda Categoria) annuncia di lasciare quella che è sempre stata la sua storica casa, il campo Calamari di via Molinari, la società si sposterà nelle strutture del Capitolo e a Mortizza. Al suo posto, al Calamari, arriverà una nuova società - ma c’è confusione sul nome - che secondo alcuni potrebbe rilevare il titolo di Seconda Categoria lasciato libero dal Real Chero secondo altri si dovrebbe concentrare solo sul settore giovanile.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Questo il messaggio pubblicato dalla Libertas sul proprio profilo Facebook: “Dopo 75 anni la Libertas deve lasciare il campo Calamari. Era l'anno 1945 quando la Libertas è stata fondata e ha trovato casa al campo di via Molinari. Nel 2010 è avvenuta la fusione con la Spes, altra squadra storica piacentina (anno di nascita 1958), formando la LIBERTASPES. Da allora molto è cambiato, ma una cosa è rimasta costante: la nostra voglia di far divertire bambini e ragazzi facendoli giocare calcio sano e genuino non è mai passata, e continuerà a lungo, perché la LIBERTASPES CONTINUERA' AD ESISTERE. La decisione (da noi molto sofferta) di lasciare il Calamari non è stata una nostra scelta, ma dell'Opera Pia Alberoni, proprietaria del campo, che ci chiedeva investimenti troppo onerosi per una società dilettantistica e "semplice" come la nostra, per poi affidarlo ad una neonata società che ha promesso tali investimenti per la ristrutturazione e messa a norma dell'intero impianto. Ringraziamo chiunque sia passato al campo da "leone" o da avversario, per un saluto veloce o per rimanere a lungo e abbia nel suo piccolo o grande contribuito a scrivere la storia del campo Calamari. Ci rivedremo presto nella nuova Tana dei Leoni”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il sequestro del padre, la vita da imprenditore e il progetto Piacenza. Roberto Pighi si racconta: «La pandemia mi ha cambiato»

  • Piacenza - Ecco Vincenzo Manzo: «Lavoriamo con fame e determinazione, i risultati arriveranno»

  • Calciomercato - Piacenza: occhi sull'attaccante Francesco Maio e sul centrocampista Alberto Acquadro

  • Playoff Serie C 2020 - Il tabellone del secondo turno. Novara già alla fase Nazionale, ok Padova e Catania

  • Piacenza - Marco Polenghi: «Costruiamo il futuro partendo dai giovani». Ufficiale: Lemma allenerà la Berretti

  • Calciomercato Dilettanti - Cossetti rinnova con la CastellanaFontana. Vigolzone: arriva Nicola Spelta

Torna su
SportPiacenza è in caricamento