Questo sito contribuisce all'audience di

Il calcio femminile sulla Rai oltre 50 anni fa grazie alla sfida Travo-River. VIDEO

Grande successo dell'Italia di Milena Bertolini impegnata ai Mondiali in Francia, ma la nostra provincia fu primogenita per il calcio in rosa con una partita che richiamò nel Piacentino anche una troupe della tv di Stato

Oltre 7milioni di spettatori per la partita con il Brasile, più del 35 per cento di share per gli ottavi di finale contro la Cina. Il boom del calcio femminile ha sorpreso tutti, se si pensa che prima dalla rassegna iridata in Rai si riteneva il 10 per cento di share come un risultato comunque soddisfacente. La squadra di Milena Bertolini sta facendo innamorare gli italiani ed è probabile che sabato alle 15 di fronte al televisore per seguire i quarti di finale fra le Azzurre e l'Olanda i numeri siano ancora più importanti. Grazie a una squadra che vince ed è simpatica il calcio in rosa sta diventando anche un fenomeno di costume. “Adesso la gente si sarà accorta che siamo più brave in campo che in cucina” ha scritto Barbara Bonansea, inserita dall’Equipe nella Top 11 del Mondiale.

Tutti pazzi per il calcio femminile, ma Piacenza è stata primogenita anche in tema sportivo. Non solamente con lo scudetto conquistato dalla squadra biancorossa nel 1971, ma con un’iniziativa datata 1966 che meritò la ribalta della cronaca nazionale.

GUARDA QUI IL VIDEO SU YOUTUBE

La sfida era Travo-River, che portò sulle colline della nostra provincia addirittura una troupe della Rai pronta a immortalare l’evento. Il servizio, ripescato da Ivano Zangrandi e pubblicato su Youtube qualche anno fa, in questi giorni viene rilanciato sui social proprio in occasione dell’esplosione di interesse del calcio femminile. Una partita più goliardica che altro, capace però di far arrivare sul campo di Travo centinaia di persone interessate a seguire quello che per i tempi fu un vero e proprio evento, con i direttori di gara (ancora si chiamavano arbitro e guardalinee) sul terreno di gioco in abiti femminili. Riascoltato oggi il servizio è improponibile, con continui riferimenti alla bellezza delle calciatrici e inquadrature ad esitare lungamente sulle gambe delle ragazze in campo. Ma bisogna considerare che oltre 50 anni fa il calcio femminile non esisteva e piace pensare che proprio questa iniziativa partita dalle colline piacentine abbia iniziato ad abbattere un tabù in grado oggi di vedere sulla rete ammiraglia della Rai le partite dell’Italia ai Mondiali. Per la cronaca, la sfida del 1966 fu vinta 2-0 dal River, ma questa è tutta un’altra storia.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Triestina-Piacenza 1-3: i biancorossi s'impongono al Rocco con la doppietta di Paponi e una rete di Sylla

  • Paponi da sballo: il Piacenza supera la Triestina in rimonta 1-3 e lancia un messaggio al campionato

  • Triestina-Piacenza 1-3, le pagelle dei biancorossi. Paponi firma una doppietta ma il gol di Sylla è spaziale

  • Piacenza - Franzini: «La condizione sta crescendo. Bene la personalità e la voglia di vincere»

  • Verso Piacenza-Fermana: Della Latta torna a disposizione. Biancorossi ancora con il 3-5-2

  • Piacenza - L'intuizione di Franzini e una rosa "liquida" che permette diversi moduli. Abbonamenti record

Torna su
SportPiacenza è in caricamento