Questo sito contribuisce all'audience di

Emergenza Coronavirus - Il calcio oltre l’isolamento: la Libertaspes femminile si “videoallena”

L’idea da un’intuizione dell’allenatrice Matilde Monnet, che grazie alla tecnologia ha regalato alle sue ragazze un’ora di felicità e spensieratezza

Nonostante l’emergenza sanitaria in corso, la voglia di fare sport dei giovani piacentini non è di certo diminuita. Anzi: con l’aiuto della tecnologia e un pizzico di ingegno, praticare attività fisica a distanza diventa possibile, contribuendo a trascorrere in modo spensierato un po’ di tempo in queste giornate di quarantena forzata.
E’ il caso della Libertaspes femminile, squadra di calcio cittadina che - agli ordini di mister Matilde Monnet - ha organizzato il primo allenamento in videochiamata tramite l’applicazione “Meet”.
«L’idea è nata nei giorni scorsi: le ragazze avevano una scheda di esercizi da fare a casa, ma non tutte trovavano la voglia o la motivazione necessaria per svolgerli al meglio» spiega l’allenatrice. «Dato che anche a livello scolastico l’uso delle lezioni in streaming sta avendo successo, ho pensato che potesse essere un’alternativa anche per noi. Parlandone con la società, le ragazze e i genitori, abbiamo convenuto che fosse quantomeno bello provarci».

Libertaspes femminile-3

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

E così, alle 15,30 di mercoledì 12 marzo, tutte a rapporto davanti al computer o allo smartphone: scarpini ben allacciati, calzettoni, pantaloncini, maglietta o felpa della squadra e l’immancabile pallone tra i piedi: una preparazione corretta e precisa, proprio come per un vero test sul campo.
«La serietà e l’entusiasmo con cui le ragazze hanno preso questo impegno mi ha colpita molto: la cosa più bella è stata proprio vedere la squadra in divisa da allenamento» confessa Monnet. «Inizialmente abbiamo avuto qualche problema di connessione e comunicazione in generale, ma una volta ripristinato l’ordine la seduta si è svolta in maniera molto piacevole».
Dal proprio cortile o giardino, le giovani calciatrici classe 2007, 2008 e 2009 si sono cimentate per circa un’ora in un videoallenamento individuale, basato principalmente su esercizi di tecnica come finte, conduzione della palla, cambi di direzione e slalom.
«Il bilancio di questa prima prova è sicuramente positivo: le ragazze si sono divertite ed erano felici di potersi rivedere tutte “insieme” per giocare a calcio» conclude Matilde. «Sentono molto la mancanza degli allenamenti e delle loro compagne, e anche a me mancano tutte loro. Ci stiamo già attivando per organizzare altre sedute nei prossimi giorni e continuare anche nelle prossime settimane».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il sequestro del padre, la vita da imprenditore e il progetto Piacenza. Roberto Pighi si racconta: «La pandemia mi ha cambiato»

  • Serie C Playoff 2020 - Risultati primo turno, qualificate e gli accoppiamenti della seconda fase

  • Serie C - Vigilia di playoff: il tabellone completo con tutte le partite

  • Calciomercato Dilettanti - Riconferme per Agazzanese e Castellana. La Bobbiese fa spesa: ok per bomber Franchi

  • Piacenza - C'è l'accordo su tutto, inizia l'avventura di Vincenzo Manzo sulla panchina dei biancorossi

  • Piacenza - Ecco Vincenzo Manzo: «Lavoriamo con fame e determinazione, i risultati arriveranno»

Torna su
SportPiacenza è in caricamento