Questo sito contribuisce all'audience di

Gente di Sport - Elisabetta Bavagnoli e la semifinale degli Europei 1993, Francesca Imprezzabile e il sogno Champions League: due generazioni di calciatrici ma un'unica passione

Il tecnico della Roma e la centrocampista della Florentia San Gimignano hanno riassunto 30 anni di calcio femminile

 

Dalla semifinale degli Europei del 1993 ai prossimi Mondiali. Trent’anni di calcio femminile racchiusi in Gente di Sport grazie agli interventi di Elisabetta Bavagnoli, tecnico della Roma, e Francesca Imprezzabile, centrocampista della Florentia San Gimignano. Le due protagoniste della Serie A hanno risposto alle domande di Matteo Marchetti nella trasmissione di Sportpiacenza in cui si è parlato degli anni pioneristici del calcio e di un professionismo che rappresenta la prossima frontiera. «Devo dire grazie a mia zia – sono state le parole della Bavagnoli, capace di vincere anche sette scudetti da giocatrice – che mi ha sostenuto in un periodo in cui il calcio per le ragazze era un tabù e quando giocavi ai giardinetti con i ragazzi venivi “additata” dai passanti. Nel momento in cui sono riuscita a vestire la maglia del Piacenza allenandomi con delle altre ragazze per me è stato un sogno».

Francesca Imprezzabile invece ha ricordato il suo primo gol in Serie A messo a segno nei mesi scorsi («Ma non l’ho nemmeno festeggiato, ci aspettavano otto ore di pullman») e la sua decisione di lasciare Piacenza, la scuola e gli amici per andare a vivere a Reggio Emilia dove ha vestito la maglia del Sassuolo. «Il mio sogno? Fra qualche anno ci sono i Mondiali. Io lavoro per quello. E poi mi piacerebbe vincere la Champions League».

Potrebbe Interessarti

Torna su
SportPiacenza è in caricamento