Questo sito contribuisce all'audience di

Santiangeli: «Mantova è in archivio, con Montegranaro ci vorrà un approccio tosto e duro». VIDEO

L'ala dell'Assigeco: «Facciamo tesoro di quanto è successo domenica ma guardiamo avanti. In settimana ho visto l'atteggiamento giusto»

Marco Santiangeli durante la gara contro Mantova al PalaBanca

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Senza Andy Ogide, ancora ai box per l’infortunio al ginocchio, ma con una voglia enorme di dimenticare un esordio sottotono. L’Assigeco è pronta per la seconda tappa del campionato di Serie A2: domenica alle 18 affronta in trasferta Montegranaro, capace di superare nella prima gara Imola in trasferta.

Torniamo sulla brutta prova casalinga contro Mantova. Meglio dimenticarla immediatamente oppure ricordarla e farne tesoro per capire gli errori da non commettere più?

«Sicuramente dobbiamo tenercela bene in mente – spiega Marco Santiangeli, ala di Piacenza – per comprendere la figura che abbiamo fatto. Ma da martedì siamo ripartiti bene, concentrati in allenamento e tosti in ogni occasione: è quello che bisogna fare, lavorare ogni giorno e poi dare tutto in campo la domenica. Adesso ci attende un’altra gara difficile, dobbiamo presentarci aggressivi e concentrati».

La cosa fondamentale è reagire dopo queste batoste, che nell’arco di un campionato possono capitare. Voi ci avete provato a inizio secondo tempo, poi l’infortunio di Ogide ha interrotto il tentativo di rimonta.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

«I problemi purtroppo capitano, bisogna accettarli e andare avanti. Se qualcuno è costretto a uscire tocca alla panchina dare il proprio contributo. Adesso siamo pronti, con il coltello fra i denti e arrabbiati più che mai».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tisci: «Le scuole calcio possono riaprire. Ma sarà vietato colpire di testa»

  • Piacenza - Rosa cortissima e demotivata, se la Serie C dovesse ripartire sarebbe un problema

  • Dilettanti - Piraccini, Bruno, Minasola, Franchi, Lucci, Burgazzoli, Raffo, Guebre e Follini sono i re del gol

  • Vertice Governo-Figc: Serie A e B ripartono il 20 giugno. In stand by la Serie C. E il Piacenza cosa farà?

  • Dilettanti - Altroché "moria", le società di Seconda e Terza Categoria pronte per la prossima stagione

  • Fiorenzuola - Luigi Pinalli traccia la rotta: «Per la nuova stagione servono regole chiare e tempo»

Torna su
SportPiacenza è in caricamento