Questo sito contribuisce all'audience di

La richiesta delle società: "I campionati di Serie A2 e Serie B di basket si devono giocare a porte aperte"

I club compatti votano all'unanimità: "Al limite programmiamo la Supercoppa prima dei vari tornei"

“I campionati di basket di Serie A2 e Serie B si dovranno svolgere assolutamente a porte aperte”. Lo hanno chiesto all’unanimità tutti i club nel corso del Consiglio Direttivo, al termine del quale è emersa una serie di richieste specifiche in vista della ripresa dell’attività. Ma come si farà a rispettare questa condizione, poiché da più parti viene detto che la riapertura degli impianti indoor non potrà avvenire a breve? La discussione è aperta ma sull’argomento le società sono irremovibili e propongono di anticipare eventualmente lo svolgimento della Supercoppa di Serie A2 e Serie B prima del campionato.

Ovviamente non è l’unica istanza avanzata nel corso della riunione, effettuata in videoconferenza. Da parte dei club è stata proposta la data del 15 giugno come termine per il riposizionamento, cioè per chiedere l’iscrizione a un campionato differente rispetto a quello giocato quest’anno. Grande attenzione, ovviamente, anche agli aspetti economici. Si chiedono interventi di supporto per la chiusura dell’esercizio in corso e lo slittamento del pagamento della prima rata alla federazione al 31 luglio 2020, per consentire un recupero del rapporto con gli sponsor. Al centro della discussione anche  la predisposizione di un contratto-tipo per la definizione degli accordi economici nella stagione 2020-2021, agevolazioni per gli investimenti promopubblicitari nello sport e la sospensione dei canoni di locazione degli impianti sportivi fino al 30 giugno 2021.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Altra richiesta, che interessa anche le famiglie dei ragazzi iscritti ai corsi sportivi. “Le associazioni e le società sportive dilettantistiche – recita la nota della Lega Nazionale Pallacanestro – non siano tenute alla restituzione di parte della quota non goduta, che sarà sostituita da voucher. La quota di iscrizione dovrà essere integralmente deducibile dal reddito del partecipante o del genitore».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • «A settembre potrebbero ripartire i tornei del settore giovanile». E a ore la Figc ufficializza il nuovo protocollo per gli allenamenti

  • Fallimento Pro Piacenza - Il Tribunale mette in vendita beni mobili per 54mila euro

  • Si chiude l’era Gatti. Marco e Stefano escono dalla società, il presidente sarà Roberto Pighi

  • Otto anni, due promozioni, la B sfiorata nel Centenario. La famiglia Gatti ha lasciato un segno importante sul Piacenza

  • Piacenza - La cura dimagrante delle "rescissioni" permette di poter giocare almeno i playoff

  • Serie C - Il Piacenza trova l'accordo con Paponi, nei prossimi giorni arriverà la rescissione

Torna su
SportPiacenza è in caricamento